(VIDEO) RAVENNA: Caso Idem, in città un vespaio di polemiche

La notizia della costituzione di parte civile del Comune di Ravenna dopo la prima udienza nel procedimento giudiziario preliminare che vede l’ipotesi di accusa per Iosefa Idem per truffa aggravata sta, come prevedibile, facendo discutere nella città di Ravenna e anche dai banchi dell’opposizione arrivano delle stoccate. E’ arrivata veloce la posizione di Alvaro Ancisi di Lista per Ravenna che ha sottolineato di non aver mai detto niente di personale verso la Idem, bensì sollevato un problema di correttezza istituzionale verso il Comune di cui, come consigliere, è per legge un controllore. Credo, prosegue Ancisi, che la Idem meriti di portare in fondo il mandato di senatrice ricevuto dagli elettori, del quale peraltro apprezzo le iniziative sullo sport. Dopo queste  dichiarazione sono arrivate in mattinata quelle del Sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci.
Il primo cittadino ha specificato che il Comune si è costituito parte civile, nel procedimento giudiziario che riguarda la Senatrice  Idem,
e ha effettuato la conseguente domanda risarcitoria perché si fa obbligatoriamente all'inizio del processo per tutelare l'ente che si rappresenta in caso. “La costituzione di parte civile è una forma di tutela del  Comune di Ravenna, di cui sono legale rappresentante in caso di condanna. Io personalmente conosco la Idem come una persona onesta e corretta e confido, nel pieno rispetto della Magistratura, che il procedimento giudiziario confermerà questa mia opinione.
In tutta questa vicenda e nei suoi molteplici passaggi, ha concluso Matteucci, ho tenuto nettamente distinte le mie opinioni politiche e personali dai miei doveri istituzionali».

Condividi.

Notizie correlate