Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

ravenna


In evidenza

TENNIS: Sara Errani continua a volare in Cina, è semifinale a Suzhou Sport

TENNIS: Sara Errani continua a volare in Cina, è semifinale a Suzhou

La marcia di riavvicinamento di Sara Errani alle posizioni più importanti del ranking mondiale prosegue senza intoppi: dopo l'ottima semfinale raggiunta a Tianjin, l'azzurra ha concesso il bis anche a Suzhou, altro torneo cinese sul cemento valido però per il circuito Itf con 60mila dollari di montepremi. La romagnola ha avuto gioco facile per avere ragione della resistenza della cinese Yuxuan Zhang, numero 530 del mondo, sconfiggendola in due set col punteggio di 6-2 6-1. In questo modo si è garantita l'accesso alla semifinale dove sfiderà la giapponese Kurumi Nara, numero 180 del ranking mondiale, che ha a sua volta avuto ragione della cinese Jing-Jing Lu in tre set.


RAVENNA: Partono in Irlanda con il nipote, denunciati per sottrazione di minore Cronaca

RAVENNA: Partono in Irlanda con il nipote, denunciati per sottrazione di minore

Partono con il nipotino per raggiungere la mamma in Irlanda ma il padre del bambino li denuncia. È stata questa la pensata di una coppia di nonni del ravennate che dall’11 al 18 ottobre hanno intrapreso un viaggio nel Nord Europa con il più piccolo dei due nipotini per ricongiungerlo alla madre in via di separazione dal padre. Una volta accortosi della sparizione del figlioletto, quest’ultimo ha querelato la coppia che sin da subito ha provveduto per il rientro in Italia. La questione si è conclusa nella caserma dei carabinieri di Lido Adriano dove la querela è stata sporta. Il bambino è tornato con il genitore e intanto i nonni adesso dovranno rispondere dell’accusa di sottrazione di minore. 


RAVENNA: Le chiede di salire in macchina, paura per una 12enne Cronaca

RAVENNA: Le chiede di salire in macchina, paura per una 12enne

Si è avvicinato alla ragazzina e l’ha invitata a salire sulla sua vettura poiché la mamma non sarebbe passata a prenderla. Si tratta di un “caso” che ha terrorizzato la città di Ravenna, in particolare un nucleo di mamme che sui social hanno diffuso la notizia parlando di “adescamento” da parte di uno sconosciuto di una dodicenne. Quest’ultima non si sarebbe fidata dell’uomo tanto che ha provato a contattare i suoi genitori per saperne di più. Alcune mamme hanno assistito alla scena allertando le forze dell’ordine. Subito sono intervenuti  i carabinieri che, a seguito di mirate indagini e dopo aver sentito alcuni familiari della minore, hanno sedato gli animi facendo così svanire l’allarme pedofilia. I militari hanno circoscritto la questione in un contesto di attriti personali e familiari. 


MASSA LOMBARDA: Si dimentica per 20 giorni di loro, trovati in fin di vita 3 cani Cronaca

MASSA LOMBARDA: Si dimentica per 20 giorni di loro, trovati in fin di vita 3 cani

Erano stati abbandonati da 20 giorni restando senza cibo. Un 37enne di Massa Lombarda, nel Ravennate, è stato denunciato dai carabinieri della stazione di Mordano e della Forestale di Monterenzio per maltrattamento di animali. L’uomo, infatti, è accusato di non essersi preso cura dei suoi tre cani i quali lasciati in una casa disabitata sono stati ritrovati in fin di vita. Si tratta di un Labrador Retriever, un maschio di razza mista, e un maschio di razza Bulldog Francese. Luna, Nero e Garcia, questi i loro nomi, sono stati soccorsi e affidati alle cure del Canile Municipale di Imola. 


FERRARA: Due tonnellate di droga sequestrata a Lido di Spina, fermato un albanese Cronaca

FERRARA: Due tonnellate di droga sequestrata a Lido di Spina, fermato un albanese

Due tonnellate e 41 chili di marijuana e altri dieci chili di hashish. E’ un sequestro record per il ferrarese, uno dei maggiori a livello nazionale, ed è nato da un banale controllo  a Lido di Spina.  I militari di Comacchio e i carabinieri forestali dell'ufficio territoriale della biodiversità di Casal Borsetti (Ravenna) che stavano pattugliando la zona contro la pesca di frodo, hanno notato i movimenti sospetti di due furgoni su una strada sterrata nei pressi di una pineta, dietro gli stabilimenti balneari. I due autisti sono fuggiti all'alt e da qui è partita la caccia. La droga era dentro i furgoni e l'uomo alla guida di uno dei due mezzi lo ha abbandonato ed è riuscito a scappare. Anche chi era a bordo del secondo ha tentato la fuga, lasciando il camioncino nei pressi di un campeggio, dileguandosi. E solo la mattina dopo, i carabinieri, accerchiando la zona, hanno trovato un ragazzo che camminava a piedi vicino alla pineta, insabbiato e graffiato da rovi. I suoi documenti sono stati trovati in un furgone e altri riscontri hanno permesso alla Procura di emettere un fermo di indiziato di reato. Il fermato è un giovane di 19 anni, albanese originario di Valona. Gli inquirenti sospettano ci sia una grande organizzazione che dall'Albania fa arrivare la droga e che questo potrebbe non essere stato il primo carico della nuova rotta verso il Ferrarese. Lo stupefacente in questo caso ha viaggiato via mare: 90 pacchi al cui interno c'erano galleggianti, probabilmente gettati e trascinati a pelo d'acqua, portati a riva e poi caricati sui furgoni. Quando sono stati scoperti, erano ancora coperti di sabbia bagnata.


Notizie recenti