Unieuro Forlì

BASKET: Forlì senza pietà, gli Angels dicono addio ai playoff

L’Unieuro torna al successo in trasferta (chiudendo con un egregio 14 su 15 il suo percorso esterno) e conclude col sorriso la regular season, sia pur costretta ad un prevedibile 2° posto, stante l’attesa vittoria di Piacenza a Pistoia contro Bottegone. Forlì apprende di un playoff che la opporrà già dal prossimo weekend in un appassionante serie al meglio delle 3 contro i “cugini” di Rimini, autorevolmente vittoriosi a Borgosesia e dunque 7° nella graduatoria finale. In caso di passaggio del turno, l’Unieuro potrebbe trovare sulla sua strada non Cento bensì Cecina, 3° per differenza canestri favorevole rispetto alla Benedetto XIV.
Il successo nella vicina Santarcangelo è un vero e proprio “tonico” per Garelli e i suoi ragazzi, che contro un avversario agguerrito e motivatissimo (i clementini vincendo avrebbero fatto i playoff) tornano a sperimentare temperature che già si avvicinano di più a quelle con cui occorrerà fare i conti molto presto. Prendendosi la partita malgrado un roster incerottato (Maggio e Pederzini entrambi out per noie muscolari; Marsili scavigliatosi dopo pochi minuti dal suo ingresso in campo), soffrendo – e non poco – contro una Santarcangelo arrembante e capace di imporre la propria legge alla gara per 30′, prima che il marchio di fabbrica forlivese, la difesa, emerga in tutta la sua veemenza oscurando la visuale agli spompatissimi Angels.
L’Unieuro – ed è una gran notizia in chiave playoff – ritrova non solo l’incitamento incessante del suo pubblico, ma anche i due giocatori maggiormente attesi in questo finale di stagione: se infatti Vico torna veramente “de luxe” (25 con 10/17 dal campo e 6 assist), assai positiva è la prova di Rombaldoni. Efficaci pure le serate di Arrigoni e di  Pignatti, quest’ultimo autore di un primo tempo da incubo ma capace di svoltare e far svoltare la squadra quando conta.
La cronaca del match racconta di un primo tempo a tinte gialloblù, con Cardellini a martellare con la sua techno-regia spinta, Francesco Bedetti e Saponi a buttare sul parquet tanta quantità (e magari un filo meno di qualità), fino all’arrivo dalla panca del “quasi forlivese” Pesaresi, che si fa al tempo stesso apprezzare e maledire dai suoi mancati tifosi con i prodotti tipici locali: fade away da 3 punti, letture creative, soluzioni plastiche. Ripresa sulla falsariga del primo tempo, gli Angels giocano a fare la lepre, assaporano perfino un +9 sul cesto di Bedetti (29′, 64-55) contro un Unieuro aggrappata a Vico e che ha la corrente alternata da Rotondo nel cuore dell’area. In apertura di periodo, dopo l’estemporanea tripla di Botteghi per un nuovo +8, Forlì serra le fila in difesa e occlude tutte le vie verso il canestro ai padroni di casa: nel frattempo il risveglio offensivo di Pignatti trova la sponda del trio Rombaldoni/Vico/Ferri, che pilotano senza troppi affanni il vascello biancorosso alla vittoria.

Il tabellino di Angels Santarcangelo – Unieuro Forlì 76-82 (23-23, 48-45, 63-56)
Angels Santarcangelo: Cardellini 16, Moretti 4, F. Bedetti 16, Botteghi 12, Saponi 11; Bianchi 3, Pesaresi 14, Fusco; Pasini e Massaria ne. All. Tassinari
Unieuro Forlì: Ferri 5, Vico 25, Rombaldoni 10, Pignatti 10, Rotondo 11; Bonacini 6, Arrigoni 15, Marsili; Maggio e Pederzini ne. All. Garelli
Arbitri: Giovannetti di Rivoli (TO) e Giovannetti di Fano (PU)
Note: Spettatori 800 (250 da Forlì). Nessun uscito per falli

Condividi.

Notizie correlate