BASKET: Una tigre dagli artigli spuntati, i Tigers cedono a Roma per 73-60

I Tigers non graffiano. Lasciano l’anima negli spogliatoi ed i 2 punti alla Vis Nova Roma che passa al Villa Romiti col risultato di 60-73 (13-11, 24-30, 40-49). I ragazzi di coach Di Lorenzo non riescono a dare continuità alla bella vittoria di sei giorni prima a Cefalù e, al termine di una partita la cui bellezza è direttamente proporzionale alle risicate statistiche delle squadre, il referto rosa lo porta a casa chi ha avuto più fame di vittoria. Così Roma schioda uno zero in classifica che, ai più attenti osservatori, non poteva che risultare bugiardo. Ma la Global Sistemi ha già dato prova di sapersi riprendere dalle sconfitte e di produrre una reazione convincente e vincente. L’occasione è subito servita, con due trasferte consecutive, Napoli e Valmontone, dalle quali tornare con almeno due punti in più in classifica.
La partita, dicevamo, bruttina, offre come unico spunto d’interesse il continuo saliscendi del punteggio, con le due formazioni a sorpassarsi ripetutamente fino a 4 o 5 punti di vantaggio, per poi farsi riprendere dall’avversario. Il tutto generato dalla mancanza di lucidità in attacco di entrambe le formazioni e dallo scollamento difensivo dei Tigers. Così, fra palle recuperate non convertite in punti, passaggi sbagliati e mira decisamente rivedibile, il primo tempo si chiude sul 24-30.
Al rientro dagli spogliatoi la musica non cambia, ma la determinazione capitolina comincia a fare la differenza e Forlì va sotto anche di 10 punti, nel breve volgere di 3 minuti. La reazione di Fontecchio però è dietro l’angolo, e grazie a 9 punti consecutivi dell’ala romagnola, i Tigers impattano a quota 40 a 3’50” dall’ultimo mini-intervallo, minando il piano partita di coach Martiri.
La Vis Nova però non demorde e procede per la sua strada. Iannilli decide di macinare punti, mentre Staffieri francobolla la reazione di Rombaldoni. I Tigers non trovano più il bandolo della matassa nemmeno quando riescono nell’ennesimo recupero, che dal -11 li porta sul 54-57 a 5 minuti dal “gong”. Si tratta però solamente di un ultimo sussulto, perché di lì in avanti la fame degli avversari farà la differenza ed i Tigers non avranno più la forza per reagire.
Alla fine il 60-73, che pare onestamente troppo punitivo, consegna a coach Di Lorenzo una squadra da motivare con tanto lavoro da fare soprattutto sulla tenuta mentale, nel tentativo di incanalare al meglio un talento che, di fondo, la Global Sitemi ha già dimostrato di possedere.

Il tabellino di Tigers Global Sistemi Forlì-Vis Nova Simply Roma 60-73
Tigers Global Sistemi Forlì: Forti 2, Rombaldoni 12, Fontecchio 20, Myers 2, Giovara 7, Bartolucci, Biffi ne, Agatensi, Ghirelli 11, Cocognani 6. All. Di Lorenzo
Vis Nova Simply Roma: Casale 16, Argenti 8, Iannilli 12, Legnini, Staffieri 5, Fiorucci, Pierangeli 16, Barraco 4, Lucarelli ne, Gori 12. All. Martiri

Condividi.

Notizie correlate