Unieuro-Valsesia

BASKET: Valsesia vince anche gara-3, l’Unieuro è con le spalle al muro

Nella partita che poteva indirizzare la serie a suo favore, l’Unieuro mostra la sua faccia peggiore, finendo sotto 2-1, con le spalle ora drammaticamente al muro e a 40′ da una potenziale, pesantissima eliminazione. E’ un -7 che spiega solo in parte la supremazia di una Valsesia al comando per 40′ filati, che riprende in mano la serie e domenica pomeriggio (diretta in streaming video sul nostro sito) “servirà” per il match. Contro una Forlì dovrà inventarsi qualcosa per portarsi sul 2-2 e spostare il confronto a casa sua, al Palafiera, per una decisiva Gara5.
Garelli conferma il quintetto base proposto in Gara2, ma stavolta Rombaldoni, coinvolto e decisivo 72 ore prima, non incide come si vorrebbe. La partita si propone per ciò che sarà fin da subito, e oramai il menu è quello arcinoto, fatta eccezione per gli ottimi 15′ forlivesi su cui si è edificato il successo di Gara2: veemenza ed energia a piene mani da parte di Valsesia (sono sempre loro i mattatori: Zucca, Paolin, Tomasini, Giovara… e poi riappare anche Santarossa), attacchi faticosi e con medie bassissime da parte della Pallacanestro 2.015, anche se Arrigoni e Pederzini mostrano cenni di vitalità che invertono il trand di playoff per loro fin qui sottotono
All’inversione dei campi Garelli sguinzaglia Maggio (fin lì rimasto a sedere) e gli esiti sono alterni, inizialmente pessimi (Quartuccio firma la tripla del +11, 47-36, 25′), poi addirittura peggiori (-14, 27′, 54-40), prima di una veemente chiusura col marchio di Arrigoni e la tripla di Stakanov Ferri (40′ in campo) sulla sirena del 30′, che scrivono un improvviso break 11-2 che porta l’Unieuro a chiudere il quarto “solo” -5, con la palla in mano alla ripresa del gioco.
Quando l’angolo biancorosso occupato dagli 80 forlivesi al PalaLoroPiana già pregusta un ultimo quarto gagliardo e arrembante, la doccia fredda: Valsesia ritorna in campo col piglio cattivo, l’Unieuro si rifà piccola, Paolin sprinta, i padroni di casa prendono possesso dell’area (+9 il saldo rimbalzi a loro favore), Forlì va totalmente fuori giri (23/61 dal campo). Poi Borgosesia si blocca (si sta sul 65-55 un’eternità) ma l’Unieuro non ne approfitta. Rotondo si fa cacciare per un 5° fallo sbracciata a gioco fermo e la palestrina arancione può esplodere per una imprevedibile finale a 40 potenziali minuti. Per squadra e staff Unieuro c’è la rabbia dei tifosi al seguito, che manifestano energicamente il loro disappunto per la sconfitta, ricambiato da momenti di nervosismo chiusi da un movimentato chiarimento tra Garelli e gli ultras all’esterno dell’impianto. Se questa elettricità “defibrillerà” o “fulminerà” l’Unieuro lo scopriremo domenica alle 18.

Il tabellino di Eagles Valsesia Borgosesia-Unieuro Forlì 72-65 (21-15, 41-33, 56-51)
Eagles Valsesia Borgosesia: Quartuccio 4, Paolin 12, Giacomelli 1, Giovara 13, Zucca 12; Dotti, Tomasini 16, Gatti 12, Giorgi, Santarossa 2. All. Pansa
Unieuro Forlì: Ferri 12, Bonacini 5, Rombaldoni 2, Pignatti 8, Rotondo 6; Maggio 6, Pederzini 7, Arrigoni 19. Marsili e Vico ne. All. Garelli
Arbitri: Gonella di Genova e Centonza di Grottammare (AP)
Note: Spettatori 500 (80 da Forlì). Uscito per falli Rotondo

Condividi.

Notizie correlate