wpid-Rimini-calcio-a-5.jpg

CALCIO A 5: Le due anime di Rimini: trionfante la Juniores, zoppicante la prima squadra

Un week-end dagli animi opposti e dalla trama ormai già ripetuta all'infinito: la prima squadra perde (questa volta pure portandosi dietro gli strascichi) e la Juniores passeggia sulla vittima di turno.
Partendo proprio dai più grandi, pesantissima la sconfitta contro la Pro Patria San Felice (7-2), non tanto per lo scarto di reti, d'altra parte i biancorossi avevano al proprio cospetto una formazione in salute e piena zona play-off. Piuttosto dispiace, perché Lari aveva indirizzato la gara sui binari giusti al 5' (ottima azione personale di Barducci e colpo vincente del pivot), con quel gollettino che il Rimini riesce sempre a trovare. Poi, come spesso accade, gli errori sia in fase realizzativa sia in quella difensiva vengono pagati a caro prezzo. Bomber Casceglia firma il ribaltone degli avversari con una doppietta. Le tre espulsioni (Lari, Galasso e mister Germondari) e i due gol incassati nel momento dell'inferiorità numerica infilano il dito nella piaga a una situazione già delicata. E là sotto, le avversarie stanno risalendo e dunque si rischia la retrocessione diretta. La vittoria dell'Aposa (sabato ospite al Flaminio nell'incontro della verità) con il Ravenna vede il Rimini sempre più in caduta libera (+4 dal Forlì, che è diventato ultimo). Certo, farsi prendere dallo sconforto adesso non serve, bisogna remare tutti dalla stessa parte e unirsi per questo finale di stagione che si presenta infuocato, ma la salvezza è possibile. Sul 6-1, la rete di Carta (tiro libero) è una delle poche note liete di giornata. Il capitano si conferma in un ottimo stato di forma (sesto gol in campionato) e dovrà essere l'arma in più per cercare di conquistare questa benedetta salvezza.
Se la prima squadra piange, la Juniores continua a triturare le sue avversarie. I ragazzi di Fabio Traviglia infatti hanno strapazzato 15-1 il Ravenna, chiudendo la regular season al terzo posto con numeri impressionanti: 157 reti segnate, ovvero miglior attacco del campionato, media di 7.85 a partita e una serie di 7 vittorie di fila (sarebbero 12 senza il 4-4 contro il Cesena). La partita contro i ravennati aveva ben poco da dire, però è stato un ottimo allenamento in vista della prima gara secca play-off nella tana dei Fratelli Bari (Reggio Emilia) che si giocherà subito domenica prossima. Sul campo, la Juniores ha sbloccato la gara in meno di sessanta secondi con Marinelli, poi autore di una tripletta complessiva. Al 14' la rete di Michelotti, su invito di Ercolani, è una di quelle belle notizie, soprattutto perché si tratta di un giocatore che non ha trovato sempre grandissimo spazio. E per lui è stata una domenica speciale, perché nella ripresa è arrivato pure il bis. Stesso discorso per Tonini, autore del 7-0. Completano il tabellino, andando in ordine sparso, il tris di Ercolani e i sigilli di Lari e Vitillo. Capocannoniere di giornata Vitali, che ha messo a segno un poker. Scorpacciata di gol insomma, ora però bisogna tenere alta la guardia, perché contro i Fratelli Bari, arrivati secondi nel girone A, non sarà sicuramente così facile.

Condividi.

Notizie correlate