Rimini calcio a 5

CALCIO A 5: Per Rimini una trasferta densa di insidie in casa dell’Olimpia Regium

Ferito ma non domo. Il Rimini vuole trasformare in rabbia positiva il dispiacere accumulato sabato scorso nello scontro diretto con l’Ass. Club. Una sconfitta ancora difficile da digerire. Quella di domani però non è esattamente la partita più facile per iniziare la risalita, perché i biancorossi fanno visita all’Olimpia Regium (ore 15). Deve scattare un moto di orgoglio, serve una prestazione perfetta per conquistare almeno un punto in terra reggiana. Provarci non costa niente, anche perché ora bisogna prima di tutto scongiurare la retrocessione diretta, attualmente troppo vicina (6 punti di vantaggio). Il gruppo si è allenato bene (assenti certi della gara di domani Moroni e Toscano) ed è pronto a stupire dopo tre sconfitte di fila. Chapeau all’Olimpia, reduce da cinque vittorie in sei gare, l’ultima in ordine temporale nell’ostico campo del Ravenna. Gli emiliani non hanno bisogno di presentazioni, KiyokazuSugimoto, già a segno nella gara d’andata ma contenuto benissimo dal Rimini, ha segnato 25 gol e la difesa di mister Margini è la meno battuta del campionato (assieme all’Imolese). Basta così. “Ci attende una partita difficilissima – le parole di mister Germondari – l’Olimpia ha individualità superiori, basti pensare a Sugimoto, Halitjaha e Del Giudice, ma la loro bravura non sta nel singolo, bensì nella collettività, perché giocano di squadra. La loro società è di categoria superiore, potrebbe già svolgere tranquillamente un campionato di serie B per l’organizzazione e se la giocheranno fino alla fine per la promozione”.
All’andata finì 2-2 e i biancorossi gettarono alle ortiche il doppio vantaggio firmato Toscano e capitan Carta. “Dovremo cercare domani di limitare al massimo i danni e di colpirli nelle ripartenze. Sarà importante questa partita anche per valutare passi in avanti sul piano mentale e tecnico, che deve assolutamente migliorare, così come la gestione della palla: non possiamo avere così tanta paura, indipendentemente da chi abbiamo di fronte. Dobbiamo anche essere più furbi, contro l’Ass. Club abbiamo commesso troppe ingenuità. Mi piacerebbe però uno scherzetto all’Olimpia, non andremo a regalare la trasferta, dovranno sudarsela”.

Condividi.

Notizie correlate