ravenna-fc-saluto-finale

CALCIO: “Adesso capiremo chi siamo”, il Ravenna alla dura prova Correggese

“Questa è la partita ideale per capire di che pasta siamo fatti”. Parole e musica di Mauro Antonioli, allenatore del Ravenna, che oggi (si gioca al “Borelli” di Correggio alle ore 15) si attende una grande prestazione dai suoi ragazzi al cospetto di una delle due capolista del girone, la Correggese, in prolungata serie positiva: dopo il ko casalingo per 3-2 col Lentigione del 3 aprile scorso, i reggiani hanno incasellato 10 vittorie e due pareggi, togliendosi lo sfizio di essere l’unica quinta dello scorso campionato a vincere i playoff del proprio girone. “Per la Correggese parlano i numeri – conferma il mister giallorosso – e la qualità di un organico che, già forte di suo, è stato ulteriormente rinforzato. Ci attende una gara difficile, che ci deve essere però da stimolo per fornire una valida prestazione e dimostrare a tutti che c’è anche il Ravenna tra le protagoniste, anche se la classifica adesso dice il contrario. Il nostro rammarico più grande in queste prime giornate è proprio questo: avere meno punti di quelli che avremmo meritato per le prestazioni fatte”. Partendo dal dato di fatto della sua solidità difensiva, finora scalfita solo da Cicino (San Donato) in campionato e da Fabbri (in Coppa Italia), il Ravenna proverà a ritrovare la via della rete, smarrita da 400’, per cercare l’impresa. “L’ho già detto domenica scorsa – spiega il mister – e lo ribadisco oggi: il gol che non arriva non deve essere un problema, soprattutto se continuiamo a creare le situazioni e a sviluppare buone trame di gioco. I ragazzi non devono sentire troppo la pressione. In settimana li ho visti tranquilli, hanno lavorato col solito impegno e il solito entusiasmo; è chiaro che dobbiamo migliorare e dobbiamo crescere, ma lavoro, impegno e gioco non sono mai mancati. Continuando su questa strada e restando tranquilli il gol arriverà e ci sbloccheremo”.
Sul pullman per Correggio saliranno in 21: restano a casa lo squalificato Giacomoni e gli indisponibili Grandoni, Derjai e Ballardini.
L’arbitro del match. Quota rosa al “Borelli” di Correggio. A dirigere il match tra Correggese e Ravenna, infatti, è stata designata una donna, Maria Marotta, della sezione di Sapri, giunta al quinto anno di Can D con 64 presenze a oggi (ma quella di oggi è la prima direzione di gara in questo campionato), e arbitro internazionale dal gennaio di quest’anno. Suoi assistenti saranno Barone e Rizzotto di Roma. E’ la nona donna arbitro che il Ravenna incrocia in una gara di campionato. La prima è stata Anna De Toni di Schio nella C1 2005/06; l’ultima Ferrieri Caputi di Livorno, nel match di Legnago nella prima di ritorno dello scorso campionato.

Condividi.

Notizie correlate