CALCIO: Cesena, sarebbe stato un utile 0-0. Poi Lapadula… – VIDEO

In fondo la differenza tra Pescara e Cesena sta tutta lì: nel gol capolavoro dell’ex di turno, Gianluca Lapadula, che al 78′ spaccava a metà la partita come una mela: lancio di Pasquato, la palla sembra troppo alta e troppo defilata per poterne trarre qualcosa di utile ed invece l’italoperuviano si inventava una rovesciata pazzesca che lasciava di sasso il portiere Gomis. Regolare la sua posizione di partenza: a tenerlo in gioco era Renzetti. Prima e dopo grande equilibrio: al 21′ Fontanesi serviva in area Ciano che batteva di prima intenzione, Fiorillo si rifugiava in corner. Dieci minuti dopo la replica del Pescara sul solito asse Pasquato-Lapadula ma Gomis si opponeva alla grande, meritandosi anche i complimenti dell’ex Ravenna e San Marino. Al 62′ cross di Zampano deviato da Ciano, testa dell’onnipresente Lapadula e volo d’angelo di Gomis a scongiurare il peggio. Lo stesso Lapadula che poi interveniva duramente su Caldara cinque minuti più tardi, causandone l’uscita dal terreno di gioco. Poi il Pescara passava in vantaggio col miracolo balistico del suo numero 10 e allora il Cesena provava a rimettersi in carreggiata affidandosi alla punizione di Ciano che scheggiava il palo all’82’ o alla battuta alta dello stesso Ciano all’85’, al termine di un’azione ottimamente impostata da Garritano e non finalizzata da Rosseti. Troppo poco per sperare di uscire sani salvi dall’Adriatico, ancora una volta campo tabù per i bianconeri.

Condividi.

Notizie correlate