wpid-sensi-ces-tern.JPG

CALCIO, CESENA: Tra infermeria e mercato

Le prime giornate intense di lavoro a Villa Silvia proseguono a ritmi serrati. Ieri mattina Drago ha suddiviso il lavoro tra palestra e tattica. Al pomeriggio il lavoro atletico si è svolto sul sintetico per poi dare spazio alla partitella finale con le reti di Valzania e Ragusa. In infermeria stazionano ancora Improta e Capelli, Gomis a causa di un dolore alla schiena a cui si sono aggiunti Sensi (febbre) e Succi (tendinite). Recuperati Ciano, Mazzotta e Dalmonte.

Il cerchio attorno a Stefano Sensi si stringe. Ci sarebbe, infatti, un accordo fra Juventus e Sassuolo. Prima c'è stata un incontro fra Foschi e il direttore sportivo della Juventus Paratici sotto l'egida di Marotta. Ieri a Milano si sono parlati a lungo i dirigenti piemontesi ed emiliani alla presenza del manager di Sensi. Insomma si sta mettendo a punto una strategia per battere la concorrenza di Palermo, Milan e le tante altre squadre che si stanno interessando al giovane talento del Cesena. In arrivo l’offerta. Sensi dovrebbe restare fino a giugno in Romagna poi, sotto l’ala della Juventus, dovrebbe passare al Sassuolo per una cifra tra i 4,5 e i 5 milioni più un paio di bonus da un milione ciascuno. Restano in uscita Varano (Monopoli), Valzania e Succi per il quale il Padova si fa sempre più insistente nella richiesta, così come il Modena. Diverse richieste le hanno gli esterni mancini, Renzetti è stato avvicinato al Genoa, sua squadra del cuore, mentre Mazzotta è pressato da Ascoli e Bari.

Condividi.

Notizie correlate