CALCIO: Eccellenza, il Rimini non vuole lasciare nulla al caso – VIDEO

Mancava solo il dogma dell'ufficialità che puntualmente è arrivato ieri pomeriggio: ora il Rimini, il nuovo Rimini di Giorgio Grassi, fa parte a tutti gli effetti del campionato di Eccellenza. Si ricomincia a parlare di calcio, solo di calcio: archiviata l'esperienza dell'Ac Rimini 1912, fatta di discese ardite e di risalite, fino alla Lega Pro, fino ad una salvezza ai play-out rivelatasi poi inutile, si riparte dal purgatorio dell'Eccellenza. Per risalire subito. Sarà Adrian Ricchiuti il trait d'union delle tre vite del Rimini: lui che fu il giocatore-simbolo dell'era Cocif, di quella squadra che sfiorò la serie B, lui che partecipò alla spedizione trionfale in serie D due anni fa formando con Manuel Pera un tandem micidiale. Il "Gaucho" sarà il leader di uno squadrone già inarrivabile, con giocatori fuori categoria di sicuro affidamento come i vari Scotti, Righini, Cola, Loiodice fino al bomberone sir Alex Buonaventura. La corazzata di Mastronicola salperà il 4 settembre dal porto di Argenta, prima tappa di un campionato in cui le maggiori insidie potrebbero arrivare da chi frequenta da anni il salotto dell'Eccellenza, vedi le varie Granamica, Progresso, Sasso Marconi o lo stesso Massa Lombarda. Difficile, però, ipotizzare un campionato vissuto sul filo dell'equilibrio: ad oggi l'unica vera rivale del Rimini è il Rimini stesso, su questo non ci piove.

Condividi.

Notizie correlate