wpid-Femminile-Rimini-Elena-Tramonti.jpg

CALCIO FEMMINILE: Colpaccio per la Femminile Rimini, presa la regista Elena Tramonti

La Femminile Rimini ha un jolly in più. Si tratta dell'esperta centrocampista Elena Tramonti, che ha firmato fino al termine della stagione e andrà a rinforzare una squadra già competitiva. Un colpo da novanta viene subito da dire, anche se poi è il campo che emetterà le sentenze. Il palmares della regista classe '87 parla da solo. Livornese doc, toscanaccia (nel senso buono), una quindicina di stagioni tra la B e la C della sua città, poi il passaggio in massima serie con la Scalese e il ritorno in C con la casacca della Lucchese, dove ha giocato fino questa stagione, lasciando le compagne in vetta alla classifica prima dell'arrivo in Romagna. Allora, cosa ci fa a Rimini Elena Tramonti? Molto semplice, ha seguito il cuore. Infatti la centrocampista dai piedi buoni, è fidanzata con Daniele Mori, difensore del Santarcangelo, attualmente in Lega Pro. "Effettivamente mi sono trasferita qua per amore e la serie D per me è un panorama nuovo, ma quello che conta è la passione e la possibilità di giocare, ovviamente metterò a disposizione tutta la mia esperienza. La vita con un calciatore? Mi trovo benissimo, lui è professionista ed è quindi molto diverso, diciamo che Daniele prende da me la passione e la genuinità che a volte si perde a certi livelli. Lui però mi dà consigli, mi sostiene e quando può mi viene a vedere, il calcio per noi è un argomento quotidiano".
Da una città di mare all'altra, con il tocco in più delle spiagge e la piadina romagnola. Tramonti venerdì ha svolto il suo primo allenamento a Rivazzurra e oggi assaggerà il sintetico dello stadio 'Romeo Neri'.  "La Femminile Rimini è una realtà nuova, ma piacevolissima. Ho trovato un ambiente molto organizzato, tra l'altro le ragazze mi hanno accolta subito benissimo".
Le caratteristiche tecniche del centrocampista livornese, che vanta anche diverse presenze nella nazionale italiana under 19, si potranno adattare perfettamente al gioco delle biancorosse, anche se ovviamente servirà un periodo di conoscenza degli schemi di mister Lisi. "Sono un mediano/regista, mi piace impostare la manovra, intercettare e ripartire. Non per presunzione, mi definisco brava tatticamente e a leggere le situazioni, posso sia arginare sia spingere, sono ambidestro e con i piedi me la cavicchio, tre anni fa a Lucca arrivai in doppia cifra".
L'impressione sul condottiero Zeno Lisi e le nuove compagne è stata subito positiva. "Il mister è un vero e proprio punto di riferimento, da subito è parso molto disponibile e questo sta alla base del calcio femminile. Le ragazze? Mi ha colpito il capitano Alessia Morelli, una ragazza d'oro, mi ha subito fatto da cicerone. Poi, direi Chiara Protti, per la velocità e il suo estro".
Domenica la Femminile riprende il tour de force e il calendario presenta due appuntamenti decisivi per il campionato: Onda Pesarese e Pievicella. "Puntiamo almeno al secondo posto e alla serie C. Ovviamente sarò subito a disposizione e come si dice dalle mie parti, stare in panchina 'non mi garba'. La mia squadra del cuore? La Juventus, d'altra parte sono molto ambiziosa e la mia mentalità è vincente ". Dunque, in bocca al lupo Elena.

Condividi.

Notizie correlate