Piemonte

CALCIO FEMMINILE: Otto minuti da incubo condannano un buon San Zaccaria

Prosegue anche nel 2016 il momento no del San Zaccaria di mister Marinella Piolanti che subisce un altro pesante ko per 1-5 contro il Mozzanica. La squadra biancorossa chiude così il trittico terribile di sfide ravvicinate che la vedeva opposta alle prime della classe. Partite nelle quali era difficile riuscire a scardinare le avversarie: i punti salvezza la squadra biancorossa dovrà cercare di strapparli ad altre compagini, come il Luserna, che sabato farà visita a Piemonte e compagne.

Segnali positivi. È in quest’ottica che il match del Soprani consegna – nonostante il pesante passivo – una piccola iniezione di fiducia alle ragazze di San Zaccaria. L’1-5 infatti appare un risultato ampiamente immeritato per quanto visto in campo, con le biancorosse spesso in grado di giocare alla pari contro le avversarie e capaci di creare alcune azioni molto interessanti. A fare la differenza, oltre ad un inspiegabile blackout mentale pagato a caro prezzo nella ripresa, anche un pizzico di sfortuna.

Gelo al primo minuto. L’inizio di gara è traumatico: al 1′ infatti Giugliano continua in grande il suo 2016, dopo aver vinto il “Pallone Azzurro” appena pochi giorni fa, e con un pallonetto che beffa Tampieri. Sarebbe un duro colpo per chiunque, ma il San Zaccaria non si scompone ed al 7′ Galletti costringe l’estremo difensore Gritti al primo intervento.

Qualità. Nella prima frazione la sfida è gradevole, tatticamente e tecnicamente entusiasmante anche grazie alla grande qualità espressa sul rettangolo verde dalle giocatrici. Non a caso tra campo e panchina ci sono ben sette tra le convocate di Cabrini in vista dello stage della nazionale in programma dal 17 al 20 gennaio. In panchina Pugnali, nell’undici iniziale del San Zaccaria ci sono Principi e Tucceri mentre tra le ospiti Stracchi (partita davvero immensa la sua), Mason, Giuliano e Giacinti.

Le nuove regine tremano. Nei primi minuti da Verona arriva la notizia che il Brescia è in vantaggio per 2-0. Il Mozzanica quindi passa momentaneamente in testa al campionato. Le nuove regine del campionato però tremano di paura al 26′ quando la conclusione di Tucceri impatta contro la traversa e, nel proseguimento dell’azione, in mischia nessuno trova la conclusione vincente. Poco dopo su calcio d’angolo altra occasionissima con Piemonte e Baldini che si liberano meravigliosamente dalla marcatura delle avversarie, ma la parabola del corner è troppo stretta e Gritti fa sua la sfera. Scosse dal pericolo le ragazze di Nazzarena Grilli escono dal guscio ed alla mezz’ora Scarpellini trova il raddoppio, che paradossalmente arriva proprio nel momento migliore del San Zaccaria.

Reazione immediata. La squadra di Marinella Piolanti nonostante il doppio passivo immeritato non si scompone e pochi minuti dopo Piemonte sfrutta a meraviglia una punizione pennellata disegnata ottimamente da Tucceri in mezzo all’area. L’incornata dell’attaccante non lascia scampo a Gritti. La prima frazione di gioco si chiude con un’occasione di Zanoletti che non ha fortuna.

Ripresa caparbia. Al rientro in campo il San Zaccaria torna a macinare gioco mentre il Mozzanica deve spesso ripiegare per poi provare a ripartire. Questa volta a rischiare di andare in rete dopo meno di 1′ sono le ragazze di casa con Simona Cimatti che in area prova a superare in scivolata Gritti, l’attaccante biancorossa tocca la palla quel tanto che basta per metterla fuori causa, ma il portiere con un balzo felino e la punta del piede riesce a smorzare il tiro pericolosissimo dell’attaccante.

Otto minuti da incubo. Incredibilmente è ancora il Mozzanica a segnare. La squadra bergamasca è micidiale in attacco ed al 4′ Mason corona una buona partita con la rete dell’1-3. Il San Zaccaria questa volta accusa il colpo e difficilmente potrebbe andare in modo diverso. La squadra di Marinella Piolanti cade probabilmente anche in qualche screzio di troppo con le avversarie (esperte e scaltre in questo caso), e così anche il bel gioco pian piano svanisce. Al 7′ Valentina Giacinti segna la sua diciottesima rete in campionato mentre al 12′ Giuliano concretizza la sua seconda doppietta stagionale salendo così a sette reti.

Null’altro da aggiungere. Il proseguo del match non ha ovviamente molto altro da dire. Il San Zaccaria prova a costruire qualcosa, spinto anche da una Simona Cimatti che dal campo prima e dalla panchina poi sprona le sue compagne a non mollare, ma alla fine a dare spettacolo è solo la giovane Amanda Tampieri con una parata superlativa. La gara termina dopo cinque lunghi ed evitabili minuti di recupero concessi dall’arbitro Campagnolo di Bassano del Grappa. Buona infine la direzione di gara e della terna completata dalla ravennate Nidaa Hader e da Christian Ballardini.

Il tabellino di San Zaccaria-Mozzanica 1-5
San Zaccaria: Tampieri, Tucceri, Petralia, Venturini, Montaliti (Salamon), Principi, Barbieri, Galletti, Baldini (Barbaresi), Cimatti (Longato), Piemonte. A disp.: Montanari, Pugnali, Pondini, Quadrelli. All. Piolanti.
Mozzanica: Gritti, Rizza, Zanoletti (Rizzon), Stracchi, Schiavi, Locatelli, Mason, Galli, Giacinti (Cambiaghi), Scarpellini, Giugliano (Tonani). A disp.: Capelletti, Dossi, Garavelli, Iannella. All. Grilli.
Reti: 1′ Giugliano, 30′ Scarpellini, 33′ Piemonte, 49′ Mason, 52′ Giacinti, 57′ Giugliano.

Daniele Pompignoli

Condividi.

Notizie correlate