Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
sport

CALCIO: Il Bologna vuole giocarsela a testa alta a Bergamo | VIDEO

  • Di:
  • 156 visualizzazioni

Un esame dietro l'altro, e adesso il Bologna pare averci anche preso gusto. Non fa più paura (almeno alla vigilia) nemmeno l'Atalanta rivelazione dell'ultimo campionato e squadra sempre temibile allo stadio Atleti Azzurri d'Italia. I bergamaschi (reduci dal 3-1 di coppa contro il Limassol) andranno affrontati con rispetto ma senza timori reverenziali. Questo Bologna può e dovrà andarsela a giocare a testa alta. Una squadra totalmente diversa rispetto a quella della passata stagione: che ora vince, convince e riesce anche a divertire. Tutto procede per il verso giusto, sperando che il periodo duri il più possibile e la truppa non si faccia cogliere impreparata alla prima difficoltà, problema spesso riscontrato nell’ultimo anno. Tutti i reparti riescono a fornire ritrovare garanzie: solidità migliorata in difesa grazie alla coppia centrale formata da Helander e Gonzalez che si completano perfettamente a vicenda e che stanno fugando i tanti dubbi che (su di loro) si erano alimentati nel corso dell'estate. Anche Masina sembra aver ripreso la strada perduta, ritrovando la sicurezza di un tempo. Gli svarioni difensivi sembrano acqua passata. Molto bene anche sulla fascia destra, dove Mbaye garantisce ormai buona affidabilità. Deciso salto di qualità anche in mediana. Superfluo sottolineare la costanza di rendimento di Andrea Poli, la qualità di un ritrovato Pulgar e la prepotenza fisica di un Donsah riscoperto da tutta Bologna. Poco da dire sull'attacco. L’arrivo di Palacio è stato la chiave di volta, il perno che ha sbloccato il Bologna dal punto di vista tecnico e mentale. Un campione a cui tutti vanno dietro. Verdi e Di Francesco completano un reparto di grande talento. E' cambiato anche lo stesso Donadoni, non più precluso verso alcuni giocatori e al quale vanno riconosciuti i meriti di aver fortemente insistito con i vertici del club che erano convinti fino ad un certo punto per portare Palacio in rossoblù. Tutto è partito da una rivoluzione di uomini, che misteriosamente l’anno scorso non si era vista anche quando le cose andavano male. E in attesa di definire l'undici titolare di domenica pomeriggio a Bergamo, il Bologna vede gradualmente avvicinarsi anche il momento del ritorno in campo di Felipe Avenatti. L’attaccante uruguaiano dovrebbe tornare in campo probabilmente a gennaio. Le cure effettuate a New York hanno sortito l’effetto sperato. Avenatti viaggia verso l’idoneità, avendo superato il virus alle vie respiratorie e il seguente problema cardiaco. Nel giro di due o tre settimane, l'ex attaccante della Ternana dovrebbe ottenere l’idoneità agonistica e di conseguenza tornare in campo nel girone di ritorno, se il Bologna deciderà di inserirlo in lista oppure cederlo in prestito.