Ravenna Lorenzo Guagneli

CALCIO: Il Ravenna prova a girare pagina con l’Altovicentino

“Possiamo ripetere la prestazione dell’andata. Non siamo diventati brocchi improvvisamente solo perchè abbiamo sbagliato un rigore”. Andrea Mosconi, lancia il grido di battaglia: archiviata Chioggia e metabolizzato il senso di una grande occasione sprecata per chiudere i conti-salvezza, l’allenatore del Ravenna guarda con fiducia e convinzione al match di oggi contro l’Altovicentino (al Benelli, fischio d’inizio alle ore 15), primo dei tre confronti con le prime tre della classe che attendono i giallorossi. “In questo campionato, lo si è visto, non c’è alcunchè di scontato. Ci attendono cinque partite molto difficili, nelle quali cerchiamo di raccogliere più punti possibili, senza spaventarci, senza farci prendere dalla paura, consapevoli che abbiamo i mezzi per ribaltare ogni pronostico. Certo, perdendo domenica ci siamo un po’ complicati la vita ma questo tipo di partite che ci aspettano sono l’ideale per dimostrare di che pasta siamo fatti”. Sono i numeri a dare sostanza alle affermazioni del mister giallorosso che nella sua gestione con le attuali prime dieci della classifica ha perso solo a Parma, a Rovigo e col Lentigione in casa, battendo la Correggese e imponendo il pari a tutte le altre. “Se il campionato finisse oggi, noi saremmo salvi – osserva Mosconi – e anche con un certo margine; siamo dunque perfettamente in linea con l’obiettivo stagionale della società. Questo ci deve dare ulteriore fiducia e slancio; in queste ultime partite dobbiamo mettere la ciliegina sulla torta, prendendoci i punti che abbiamo perso domenica e che ci servono per arrivare all’obiettivo e con prestazioni di alto livello”. A cominciare da oggi, contro l’Altovicentino, l’unica squadra ancora a lottare col Parma, anche se distanziata di nove punti, e annunciata da un attacco di grande forza, come testimoniano le 75 reti segnate fin qui. “Loro sono una grande squadra, con un organico di assoluto valore, giocano a mio avviso il miglior calcio del girone e non a caso sono gli unici in grado di tenere il ritmo del Parma. E’ una partita difficile, ma anche bella da giocare: ci sono tutti i presupposti per fornire una buona prestazione e vedere il miglior Ravenna”.
Mancheranno gli squalificati Caidi e Mandorlini, mentre torna a disposizione Del Mastio, che ha recuperato dall’infortunio muscolare che gli ha fatto saltare le ultime due gare. In rampa di lancio, per il ritorno nell’undici titolare, Ballardini.
Arbitrerà questa sfida Giacomo Vimercati di Cosenza, al suo secondo anno in Serie D, dove finora ha diretto 29 partite: dirige per la prima volta Ravenna e Altovicentino. Gli assistenti saranno Lanese e Teodori.

Condividi.

Notizie correlate