CALCIO: La Ribelle attacca: “Danneggiamenti al nostro impianto, vergognosa l’indifferenza di sindaco e forze dell’ordine” – FOTO

L’epilogo più amaro di quello che doveva essere uno splendido spettacolo di sport: il day after di Ribelle-Ravenna è contrassegnato dalle rimostranze della Ribelle, che ha voluto testimoniare i danneggiamenti subiti all’impianto dello “Sbrighi” durante il derby col Ravenna: “Non posso che fare presente – interviene Marcello Missiroli, presidente del club di Castiglione – e  disapprovare il comportamento altamente oltraggioso (cori offensivi contro le forze dell’ordine) e teppistico del tifo organizzato ospite (danni alla recinzione del campo e alla tribunetta a loro assegnata e imbrattamento con gli spray della medesima e della tribuna centrale) avvenuto nel corso della partita disputata ieri a Castiglione di Ravenna tra Ribelle e Ravenna. Allo stesso tempo non ho potuto che constatare con sorpresa la passività con la quale sia la dirigenza ravennate, sia le forze dell’ordine presenti, hanno assistito a tutto questo, senza che nessuno abbia detto qualcosa o che abbia provato a intervenire”. Un’inerzia che ha lasciato stupefatto il presidente della Ribelle: “Come è possibile tutto questo? Come si fa ad assistere a uno spettacolo del genere, mascherandolo con la parola tifo? Non è giusto subire passivamente il comportamento di pochi “personaggi”, fra l’altro conosciutissimi a Ravenna (con cui tra l’altro il nostro signor sindaco, Fabrizio Matteucci, faceva “comunella” a fianco della tribuna, invece di assistere al derby nel posto a lui riservato, “dimenticandosi” che anche Castiglione di Ravenna fa parte del comune). “Personaggi”, questi, che offendono i modi civili ed educati di decine e decine di persone che si recano allo stadio, molti di essi assieme ai loro bambini, per godersi una partita di calcio. E’ forse facendo finta che niente sia accaduto o minimizzando il tutto, facendolo sembrare un fatto normale, che speriamo che il calcio porti allo stadio le famiglie e le persone normali? E’ forse perché sono episodi che ormai capitano tutte le volte che il Ravenna gioca in trasferta, che fanno sembrare tutto normale?” Una società, quella di Castiglione, che pretende maggiore rispetto: “La nostra Ribelle è una piccola società, che con gli sforzi sia economici, sia soprattutto di lavoro volontario di alcuni appassionati di calcio, sta facendo i salti mortali per rappresentare un piccolo riferimento del nostro territorio. Quindi, mi pare giusto che riceva l’appropriato rispetto da parte dei dirigenti di società più grandi e conosciute della nostra, cosa che in pratica accade quasi sempre, ma soprattutto da parte delle istituzioni cittadine”.

Condividi.

Notizie correlate