CALCIO: Lega Pro, per Santarcangelo e Rimini c’è la penultima prova d’appello

L’aveva combinata proprio grossa il Santarcangelo sette giorni fa, il 3-1 in casa del Prato all’85’ che i gialloblu hanno dilapidato in maniera inopinata tanto da vedersi sfuggire dalla mani al 94′ un successo che sarebbe stato vitale per i propositi di salvezza senza passare dai play-out dei ragazzi di Zauli. Pazienza, si sarannno detti i clementini, la vita continua ma adesso non ci sono più alternative: bisognerà vincere la sfida di domani pomeriggio contro il Pontedera e sperare che le cose si mettano bene sugli altri campi, in particolare quello dell’Aquila, dove gli abruzzesi ospiteranno la Lucchese, o quello di Carrara, dove il Prato cercherà il blitz in casa di una Carrarese che ormai nulla di più ha da chiedere al proprio campionato. D’altro canto anche il Rimini avrà bisogno di un’impresa, quella che i biancorossi cercheranno di effettuare al “Del Conero”, in casa dell’Ancona. Le notizie che arrivano fuori dal campo, una volta tanto, sono di quelle che faranno sorridere i sostenitori riminesi, con i rappresentanti del gruppo “Innovazione Calcio” che si sono dichiarati interessati a rilevare la proprietà del club biancorosso mantenendo così in vita il glorioso marchio del Rimini. Bene così ma servirà anche il conforto del campo e così neppure la squadra di Acori dovrà fallire l’appuntamento col destino, domani alle ore 15.

Condividi.

Notizie correlate