CALCIO: Niente doppietta per la Marignanese: la Coppa è del Bibbiano

L’impressione è che Bibbiano e Marignanese avrebbero potuto giocare tra di loro per altri 240 minuti senza riuscire a sfondare, tanto marcata è sembrata la superiorità delle difese sui rispettivi attacchi. Nel calcio, però, le cose non funzionano così e allora si è dovuto ricorrere alla cinica lotteria dei calci di rigore per assegnare il titolo della Coppa Italia di Promozione. I più freddi dal dischetto sono stati proprio i reggiani, sempre a segno dopo l’iniziale errore di Gilioli mentre determinante si rivelava l’errore commesso da Thomas Brighi, la cui conclusione si è stampata sulla traversa, scatenando la gioia irrefrenabile degli emiliani che comunque nel corso dei 120 minuti disputati qualcosa in più della Marignanese avevano prodotto, con Arduini al 6′, con Nardi al 38′ o ancora nei tempi supplementari la doppia occasione fallita da Gilioli al 1′ e al 22′ da Mancini. quest’ultima arrivata al termine di un’ottima azione corale. La Marignanese, dal canto suo ha saputo rendersi pericolosa in contropiede, come al 62′ con Ballerini, la cui conclusione sfiorava il palo alla sinistra di Giaroli, o al 12′ del secondo tempo supplementare, col colpo di testa di Thomas Brighi che dava solo l’illusione del gol. Niente da fare: per la Marignanese, però, restava lo stesso l’applauso a scena aperta dei sostenitori gialloblu in una stagione, quella culminata col salto in Eccellenza, che resterà per sempre marchiata a caratteri cubitali nella storia di questa società.

Condividi.

Notizie correlate