Forlì-Altovicentino

CALCIO: Pareggio e secondo posto blindato dal Forlì contro l’Altovicentino

Al Morgagni di Forlì i biancorossi e l’Altovicentino si dividono la posta in una partita ricca di colpi di scena. I Galletti sono subito pimpanti e al 7° c’è già la prima grandissima occasione: Enchisi da due passi tenta la rovesciata, ma manca lo specchio della porta. Al 14° ci prova l’Altovicentino con Peluso Maurizio che tira dal limite, ma Merelli blocca. Un minuto dopo ci prova Nocciolini sugli sviluppi di un corner, ma il portiere ospite devia in corner il tiro potente del toscano. Al 40° l’Altovicentino passa in vantaggio: a segnare è Nchama, che approfitta della mischia creatasi sul corner. Al 42° viene fischiato un rigore per il Forlì, che poco prima ne aveva reclamato uno per fallo di mano. Sul dischetto si presenta Nocciolini che insacca. Gli ospiti hanno ancora una grande occasione al 45°, ma Vesi salva il pallone sulla linea. Poco dopo il Forlì risponde con una bella azione conclusa con un colpo di testa angolato di Personè, sul quale il portiere Abibi è attento. Il primo tempo termina con le squadre in parità.
Nella ripresa il primo colpo è biancorosso: al 50° tira dal limite ed impegna il portiere a una difficile parata in tuffo. Il primo cambio della gara giunge al 52°: esce Manolache entra Kicaj nell’Altovicentino. Al 66° arriva anche il primo cambio di Gadda, che richiama Bergamaschi e mette in campo Peluso. Poco dopo esce Peluso, dell’Altovicentino, entra Falconieri. I Galletti passano in vantaggio al 74°: il direttore di gara assegna un calcio di rigore per un fallo di mano in area. Sul dischetto Nocciolini fa doppietta. 76°, mister Zironelli richiamaLavagnolie lo sostituisce con Rondon. Il Forlì si mantiene propositivo, ma gli ospiti riescono a pareggiare al 79°: Falconieri tira dal limite, Merelli para ma non riesce a bloccare. Sul pallone si fionda Odogwu che segna. Gli ospiti vogliono la vittoria, all’84° ci prova Rondon, ma Merelli para. All’86° bella azione di Peluso sulla sinistra che si libera di un avversario e serve Nocciolini in area. Il numero undici scaglia un tiro potente che colpisce la traversa e poi forse entra in porta, illudendo tutto il Morgagni. Sulla respinta ci prova Personè, ma la difesa veneta si salva sulla linea. All’88° esce Personè per D’Appolonia. Poco dopo c’è un’altra importante parata di Merelli su Rondon. Il direttore di gara assegna quattro minuti di recupero, e il match termina in parità.
I Galletti conservano così il secondo posto in classifica e Massimo Gadda è contento della prestazione dei ragazzi: “Abbiamo fatto il massimo che potevamo fare, contro una grande squadra. Di più non potevamo fare, abbiamo giocato alla pari con i nostri avversari. Sono soddisfatto per la risposta dei ragazzi, anche se mi dispiace per la traversa nel finale, perché sono quei momenti che possono cambiare il campionato”. Il Forlì ha giocato meglio nella ripresa: “Il primo tempo eravamo un po’ contratti, anche in riscaldamento il preparatore aveva visto i ragazzi un po’ tesi. Abbiamo fatto un po’ di fatica anche se siamo stati in partita e abbiamo avuto le nostre occasioni. Come l’andata siamo stati pericolosi sia noi che loro”. I biancorossi restano secondi e si proiettano verso le prossime difficili sfide: “Vincere questa partita era importante per  mantenere il secondo posto. Abbiamo provato a vincerla, anche togliendo nel secondo tempo dopo venti minuti Bergamaschi e mettendo un attaccante come Peluso. Andiamo avanti, la seconda parte del girone di ritorno sarà durissima”. I cronisti hanno chiesto al mister un parere sulla sbavatura di Merelli che ha portato al pareggio gli avversari: “L’errore non cambia niente, anche oggi ha fatto delle parate importanti. È molto forte, destinato a una grande carriera, oggi è andata così, un errore può capitare”. Il capitano Enrico Fantini ha parlato delle sensazioni in spogliatoio: “Sono partite che si decidono sugli episodi. Una gara molto equilibrata fra le squadre più attrezzate del campionato. C’è del rammarico, in spogliatoio ho visto teste basse perché potevamo portare a casa i tre punti. È normale, ci hanno annullato un goal forse regolare e siamo stati sfortunati nel prendere il 2-2. Ci dobbiamo rimboccare le maniche, perché questa è la strada giusta”.

Il tabellino di Forlì-Altovicentino 2-2
F.C. FORLÌ: Merelli, Adobati, Lo Russo, Bergamaschi (66° Peluso), Fantini, Vesi, Tentoni, Enchisi, Personè, Spinosa, Nocciolini. A Disposizione: Lombardi, Angeli, Salvi, Bisoli, Bussaglia, Rrapaj, D’Appolonia, Casadei. Allenatore Massimo Gadda
ALTOVICENTINO: Abibi, Bonetto, Manolache (52° Kicaj), Rubbo, Gritti, Perna, Lavagnoli (76° Rondon), Boscolo, Odogwu, Peluso (66° Falconieri), Nchama O. A disposizione: Mandriotta, Ugo, Diop, Beccia, Andretto, Ghirardi. Allenatore Mauro Zironelli
Ammonizioni: Bergamaschi (F), Perna (A)
Marcatori: 40° Nchama (A), 42° rig. Nocciolini (F), 74° rig. Nocciolini (F) 79° Odogwu (A)

Condividi.

Notizie correlate