Ravenna-Antonioli-e-panchina.jpg

CALCIO: Ravenna, è emergenza-difesa in vista della trasferta di Budrio

“L’emergenza dà fastidio perchè è dall’inizio della stagione che dobbiamo fronteggiare infortuni e squalifiche ma questa situazione deve trasformarsi in energia positiva. Sono sicuro che la squadra disputerà una grande partita”. L’allenatore del Ravenna, Mauro Antonioli, non è spaventato dalle tante assenze (Grandoni e Derjai infortunati, Foschi, Giacomoni e Larese squalificati) e da una difesa da reinventare e non teme riflessi negativi dopo la prima sconfitta di stagione, accusata domenica. “Siamo convinti che sia stata una sconfitta immeritata; a me la prestazione dei ragazzi fino a 20’ dalla fine non era affatto dispiaciuta; poi ci sono mancate lucidità, calma e disposizione tattica. Abbiamo accantonato questa sconfitta e non vediamo l’ora di ripartire, con ancora più carica e ancora più voglia di vincere. La partita di domani è quella giusta”. Ad attendere i giallorossi, infatti, c’è una delle quattro attuali capolista del girone D, ovvero il Mezzolara (si gioca allo Stadio “Zucchini” di Budrio alle ore 15), che sta viaggiando sulle ali dell’entusiasmo per quella che è la migliore partenza nei suoi 15 campionati di D disputati: con 7 punti in 3 partite, ha uguagliato l’inizio della stagione 2005/06, il campionato del reality. Quel Mezzolara, che però era terzo dietro alla coppia di testa Cervia-Reno Centese, era allenato da Alessandro Brunelli, oggi presidente del Ravenna FC, e in maglia biancoblu giocavano vecchie o future conoscenze del pubblico ravennate come Finucci e Bondi, Bardelli, Bovo, Gardenghi e Padovani. “La gara di Coppa Italia di un mese fa può far testo fino ad un certo punto – osserva Antonioli – adesso loro sono un’altra squadra; quella partita però ci ha permesso di capire le loro caratteristiche e il loro modo di giocare. Sono partiti bene, hanno entusiasmo. Massimo rispetto per loro ma noi dobbiamo pensare a noi stessi e non sbagliare la gara a livello di atteggiamento e di interpretazione”.
Atteso ex di questa partita è Alfonso Selleri: il centrocampista giallorosso ha disputato col Mezzolara una delle sue migliori stagioni, in D nel 2013/14, in cui chiuse col record di reti, 9, poi eguagliato nelle due annate successive a Imola. “Ricordo con piacere quell’esperienza – dice -: per me è stata una bella annata, con una squadra che puntava a fare un bel campionato e ha mantenuto le attese, e credo di avere lasciato buoni ricordi. Budrio è una di quelle piazze dove si riesce a lavorare bene, senza pressioni di sorta, si sta come in una grande famiglia. Ci aspetta una gara difficile: il Mezzolara ha corsa, ha qualità e l’entusiasmo di chi si trova in vetta: dovremo scendere in campo con lo spirito giusto, con più voglia di correre di loro e di metterci quel qualcosa di più che domenica scorsa non siamo riusciti a tirare fuori”.
L’arbitro del match Mezzolara-Ravenna sarà arbitrata da Ignazio Pennino di Palermo, giunto al suo terzo anno di Can D (32 finora le direzioni di gara in campionato), assistito da Zingoni di Pontedera e La Veneziana di Viareggio.

L’elenco dei convocati del Ravenna FC 1913
Portieri: Spurio (‘98), Venturi.
Difensori: Calderoni (’98), Lelj, Mandorlini, Mingozzi (’98), Venturini (’96), Voria (’96).
Centrocampisti: Ambrogetti, Ballardini, Boschetti (’97), Forte, Guagneli (’97), Rrapaj (’97), Selleri.
Attaccanti: Graziani, Innocenti, Luzzi (’97), Sabba (’98), Zhytarchuk (’96), Zuppardo.

Condividi.

Notizie correlate