Ravenna Ballardini

CALCIO: Ravenna, il primo match point per la salvezza ce l’hai a Chioggia

Sulla scia delle due vittorie di fila che hanno caratterizzato il suo mese di marzo, il Ravenna si ripresenta in campo oggi pomeriggio, dopo la sosta pasquale, a Chioggia (calcio d’inizio alle ore 15) consapevole di giocarsi una sorta di match ball. Un successo al Ballarin, tana della Clodiense, farebbe, infatti, salire i giallorossi a 42 punti, una quota che permetterebbe di affrontare l’impegnativo ciclo di partite disegnato nel finale dal calendario (contro quattro delle prime cinque della classe e lo scontro diretto con il Romagna Centro) con maggiore serenità e senza troppi affanni. “Non so se la gara di domani (oggi, ndr) è un match ball – riflette l’allenatore del Ravenna, Mosconi – ma so e sappiamo che i tre punti in palio sono fondamentali per giocare poi sereni e con la mente più libera la parte finale del campionato, e che per conquistarli serve una gara importante e serve dare il meglio di noi stessi. Siamo reduci da due vittorie di fila, molto diverse per come sono state conquistate; è chiaro che a Chioggia voglio vedere il Ravenna che ha sbancato il campo del Mezzolara: quell’intensità, quell’applicazione, quella fame, quell’aggressività che i ragazzi hanno dimostrato di possedere”. Di fronte c’è una Clodiense all’ultima spiaggia, rilanciata nelle sue speranze di evitare la retrocessione diretta dal blitz di Castelfranco. “Ci attende una squadra carica, rinvigorita nel morale, che si giocherà tutto contro di noi – ammonisce Mosconi – e sostenuta da un pubblico caldo. Dovremo fare la gara perfetta per ottenere il risultato”.
Dopo tante vigilie passate a contare gli assenti, questa volta il tecnico giallorosso avrà tutti a disposizione, ad eccezione di Del Mastio. Si rivedrà in campo Ballardini: “Potrebbe partire da titolare ma potrebbe anche entrare a match in corso: valuterò in queste ore, ma sicuramente è un giocatore importante che torniamo finalmente ad avere a disposizione”. E poi il tecnico spende due parole sul capitano Innocenti, colpito in settimana dalla notizia del deferimento per una vicenda risalente a sette annate fa, quando giocava nel Real Marcianise. “Innocenti è un vincente, un trascinatore – dice Mosconi – e non ho dubbi che sfogherà la rabbia per questo incredibile deferimento in campo con una prestazione da vero capitano e da vero bomber”.
Ad arbitrare la partita di Chioggia è stato designato Gionatan Civico di Vasto, al suo secondo anno in Serie D, dove vanta finora 28 direzioni: con lui in terna gli assistenti Di Tomaso e Viola, entrambi di Isernia.
Adulti da cartellino giallo e rosso,invece, domani sera: a Casa Matha, si tiene un incontro a tema, dal titolo “Adulti da cartellino giallo e rosso: quale progetto educativo per i ragazzi e lo sport?”, organizzato dall’associazione Ravenna FC, che costituisce la prima di una serie di iniziative messe in campo nel 2016 dall’associazione che affianca e sostiene il Ravenna FC. Si parlerà di educazione, di rispetto dei valori dello sport, di comportamento adeguato degli adulti, con il contributo di esperti, alla presenza anche di Eraldo Pecci, ex calciatore, oggi commentatore televisivo. Ospite illustre della serata sarà l’attuale allenatore del Sssuolo, Di Francesco, che riceverà il premio “Non è un pallone per vecchi”, che l’associazione ogni anno intende riconoscere al personaggio del mondo calcistico in grado di valorizzare i giovani, trasmettere loro equilibrio e passione, difendendone le aspirazioni e dando loro modo di esprimersi al meglio in campo e fuori.

Condividi.

Notizie correlate