Ravenna calcio

CALCIO: Ravenna, lo spauracchio si chiama Sammaurese

C’è grande voglia di riscatto in casa Ravenna dopo la brutta prestazione di Bellaria. Innocenti e compagni scenderanno in campo oggi pomeriggio (fischio d’inizio alle ore 14.30) con l’obiettivo di cancellare la sconfitta di domenica e riprendere il loro cammino verso la salvezza. “In settimana ho visto nei ragazzi – rivela Andrea Mosconi, al rientro in panchina dopo due turni di stop – le giuste facce, la giusta rabbia, un forte desiderio di rivalsa per far capire a tutti che Bellaria è stato solo un incidente di percorso”. Al Benelli arriva la Sammaurese, ovvero la bestia nera dei bizantini, mai battuta da quando le due formazioni si sono ritrovate avversarie, ovvero dall’Eccellenza 2013/14. “E’ sotto gli occhi di tutti che la Sammaurese sta disputando un grande campionato – osserva l’allenatore del Ravenna – è una matricola che si è adattata bene a questo campionato e ha molti punti di forza nel suo organico, soprattutto in attacco. Servirà una prova di grande attenzione da parte nostra, ma mi aspetto di vedere i miei ragazzi tradurre al meglio in campo la rabbia accumulata dopo Bellaria con una grande prestazione. Ci siamo complicati la vita da soli perdendo domenica e da soli dobbiamo trovare la strada per la risalita, con l’aiuto e il sostegno del pubblico che deve starci vicino in questo momento decisivo della nostra stagione. La Sammaurese è l’avversario giusto nel momento giusto”.
La voglia di riscatto della squadra è rappresentata dalle parole di Michele Antoniacci, difensore centrale del Ravenna. “La partita di Bellaria è già archiviata e fa già parte del passato. Vogliamo riscattarci e dobbiamo ripartire nel modo giusto, come abbiamo saputo fare nelle altre occasioni in cui abbiamo perso o non siamo riusciti a fare per intero le partite che volevamo. Ci attende una Sammaurese in forma, convinta dei suoi mezzi, nel complesso una buona squadra. Ci aspettiamo di giocare una partita intensa e combattuta”.
Mosconi deve fronteggiare numerose assenze: gli indisponibili Ballardini e Regno e gli squalificati Del Mastio, De Vecchis e Leonardo. “Le assenze non devono essere un alibi – riprende l’allenatore giallorosso -: tirare in ballo le tante assenze sarebbe troppo comodo ed è da perdenti. Sono sicuro che chi scenderà in campo farà una grande prova. Questa squadra, lo ha già fatto vedere più volte, è in grado di fare bene contro tutti gli avversari e in tutte le condizioni”.
Tra i venti convocati un gruppetto della Juniores: Mingozzi, Minardi e per la prima volta quest’anno il centrocampista Matteo Cortesi e l’attaccante De Mitri.
C’è una terna tutta lombarda per Ravenna-Sammaurese: l’arbitro è Massimiliano Aly di Lodi, Bonomo di Milano e Ravera di Lodi sono gli assistenti. Il fischietto lodigiano, al suo primo anno di Serie D, arbitrerà oggi la sua 15ª partita di campionato e ritrova i giallorossi di Protti dopo averli diretti il 12 aprile scorso nel vittorioso match casalingo del 12 aprile scorso contro la Portuense (3-2). Questa terna ha già arbitrato il 18 novembre Forlì-Mezzolara, recupero della quarta giornata.

Condividi.

Notizie correlate