Leo Acori Rimini

CALCIO: Rimini, Acori ha un chiodo fisso: “Contro la Lupa servono solo i tre punti”

Quella di domani contro la Lupa Roma sarà il vero debutto di Leo Acori alla guida del Rimini. Quantomeno, del suo Rimini, visto che in queste ultime due settimane la squadra è stata rivoluzioneata a suo uso e consumo, per rendere il vestito biancorosso più adatto alle idee del sarto nativo di Bastia Umbra: “Faccio parte anch’io del mercato di gennaio, sono un nuovo arrivo anch’io… Scherzi a parte, sono più che soddisfatto del lavoro della società in sede di mercato ma ci vorrà un po’ di tempo per trovare il giusto amalgama. Dovremo bruciare un po’ le tappe e, al contempo, fare anche risultato perchè la classifica è sempre deficitaria”. Un Rimini che domani non avrà a dispoisizione alcuni degli ultimi innesti: Fall e Mancino non sono disponibili, gli altri nuovi invece sì, a partire dai vari Carcuro e Puccio fino a Di Molfetta e Lasicki “ma non è detto che scendano in campo, vediamo…”. Quella contro la Lupa sarà sfida da dentro o fuori: “Questo è uno scontro-diretto, i punti pesano il doppio. La squadra capitolina magari ti concede qualche spazio in più quando gioca in casa, in trasferta sfrutta al meglio la sua grande fisicità. Dovremo prenderli in velocità, senza sbilanciarci ma cercando la via del gol con maggiore cinismo. Anche a Ferrara con la Spal le occasioni per pungere non ci sono mancate ma non l’abbiamo buttata dentro. Ce la siamo giocata a viso aperto e siamo usciti sconfitti sul campo della capolista per un eurogol”. Un Acori che comunque non esclude un ultimo colpo d’ala sul mercato: “Numericamente siamo a posto ma visto l’infortunio di Fall, se ci fosse un giocatore che fa al caso nostro in attacco potremmo anche fare un ultimo sforzo”.

Condividi.

Notizie correlate