L'Aquila-Rimini

CALCIO: Rimini, così fa proprio male: Sandomenico lo castiga al 93′

Una cosa è certa: il Rimini non meritava di perdere a L’Aquila. Eppure i biancorossi possono solo recitare il mea culpa per non avere pareggiato una gara che, ad un certo punto pensavano anche di poter vincere. Un match, quello del “Fattori” cominciato subito in salita per la squadra di Brevi, colpiti nella prima vera disattenzione: al 17′ cross di De Sousa, testa di Triarico e vantaggio abruzzese. Come detto, il Rimini si proiettava immediatemente in attacco per pareggiare i conti, trovava il gol (ma a gioco fermo) con Ragatzu al 40′ ma rischiava di subire il raddoppio sull’improvvisa staffilata del solito Triarico al 59′ (grande risposta di Anacoura). L’ingresso in campo di Polidori cambiava le carte in tavola per il Rimini che infatti trovava il pareggio col suo bomber di scorta al 76′, approfittando di un grossolano errore di Maccarone. Nell’ultimo quarto d’ora il Rimini continuava a presidiare l’area avversaria ma al 93′, ecco il patatrack: Perna dal limite dell’area pescava Sandomenico in posizione più che sospetta (come evidenziato dal fermo immagine), il numero 7 controllava e con un preciso diagonale spediva il pallone alle spalle di Anacoura. Un’autentica beffa per il Rimini, tre punti di platino per L’Aquila.

Condividi.