wpid-Rimini-calcio.jpg

CALCIO: Rimini, il Comune chiama a raccolta i soggetti interessati alla ricostruzione

Il Comune di Rimini invierà, nelle prossime ore, formale comunicazione a tutti i soggetti (individuali e/o gruppi) che, nei giorni scorsi, hanno esposto attraverso mail o lettera il loro interesse circa la ricostituzione di una nuova società calcistica in rappresentanza della Città di Rimini, a seguito della mancata iscrizione ai campionati.
Nella missiva, il Comune di Rimini richiederà ai soggetti di far pervenire entro questa settimana, copia della documentazione comunque necessaria ai fini dell’iscrizione alla Federazione Italiana Gioco Calcio (business plan del progetto, sussistenza dei requisiti organizzativi, patrimoniali e finanziari, piano triennale delle attività) e, in aggiunta, una motivata lettera all’amministrazione comunale di accreditamento del progetto che contenga, tra gli altri elementi:

1.    conferma dell’interesse prospettato nelle precedenti comunicazioni
2.    indicazione del campionato di Lega Nazionale Dilettanti cui si intenda iscriversi
3.    dimostrazione di una comprovata esperienza nella gestione di società sportive calcistiche
4.    sottoscrizione di una dichiarazione standard in cui si attesti

L'identità delle persone fisiche e giuridiche coinvolte nel progetto; che questi non siano stato coinvolti in fallimenti o abbiano condanne definitive o misure preventive per alcune tipologie di reato (es. in materia di antimafia); che sia regolare la posizione fiscale e contributiva.
“Si tratta di un percorso – dichiara l’'amministrazione comunale – che dà trasparenza al fatto che l’Ente pubblico si fa carico della scelta del progetto più credibile a rappresentare il nome della città in ambito calcistico. Una scelta che però sarà assunta nei prossimi giorni con tutte le carte sul tavolo, in piena coerenza e linearità con gli obiettivi della comunità locale, e cercando di determinare una visione più solida e manageriale nei confronti di un percorso altrimenti ad elevata percentuale di discrezionalità. Alla città di Rimini si deve un progetto sportivo chiaro, con nomi e cognomi, cifre, iniziative di sviluppo”.

Condividi.

Notizie correlate