wpid-staff-tecnico-rimini-fc.jpg

CALCIO: Rimini, il punto dopo i primi 12 giorni di preparazione

“A livello fisico sono contento del lavoro svolto fin qui, i ragazzi hanno risposto molto bene e, cosa non meno importante, per il momento non c’è stato alcun infortunio di rilievo – ha spiegato il preparatore atletico Filippo Dolci –. Siamo a metà della preparazione, i carichi sono ancora importanti, dunque è normale la condizione non sia ancora al top. Siamo comunque già a buon punto, stiamo lavorando per farci trovare pronti per la coppa Italia e il campionato”.

“Nonostante la preparazione sia cominciata in ritardo rispetto alle altre squadre siamo già a un livello discreto, e lo stesso dicasi per quanto riguarda l’amalgama del gruppo – ha affermato mister Alessandro Mastronicola -. L’obiettivo è essere in condizione per le gare ufficiali e cercare di fare le cose nel migliore dei modi. Senza correre perché gli schemi vanno assimilati per bene, dunque se sarà necessario tornare indietro di un giorno per far comprendere meglio alcuni concetti lo faremo senza problemi. Quanto al modulo 3-5-2, per quelle che sono le mie idee ritengo sia quello che permetta la migliore copertura del campo e dia la maggiore possibilità di essere in superiorità numerica in ogni momento e in ogni parte del rettangolo di gioco”.

“Ringrazio la società e mister Mastronicola per avermi dato la possibilità di tornare nel Rimini – ha dichiarato il vice allenatore Maurizio Drudi, già secondo di Luca D’Angelo in prima squadra -. La città e i tifosi sono sempre stati nel mio cuore, mi hanno sempre accolto bene, dunque sono molto contento di poter dare nuovamente un contributo alla causa biancorossa”.

“Abbiamo scelto un gruppo di lavoro serio, solido, costruito per lavorare con continuità e in prospettiva – ha ribadito il direttore tecnico Roberto Landi -. Solo in questo modo è possibile ottenere dei risultati, senza continuità e cambiando in continuazione si deve al contrario cominciare ogni volta daccapo. Il nostro è un progetto a medio e lungo termine, vogliamo tornare nei professionisti nel più breve tempo possibile”.

Condividi.

Notizie correlate