CALCIO: Rimini, parla Leo Acori: “Il Pisa si batte col cuore, punteremo ai tre punti” – VIDEO

Le turbolente vicende societarie del Rimini non possono e non devono ripercuotersi sul destino della squadra biancorossa: è questo, in estrema sintesi, il Leo Acori-pensiero alla vigilia della gara casalinga contro il Pisa, una vera e propria corazzata che non verrà al “Neri” per una scampagnata. “A salvare il Rimini non deve essere solo la squadra – precisa il tecnico umbro – devono essere tutti i tifosi, gli appassionati e le istituzioni. Il Rimini non è solo una semplice squadra di calcio di Lega Pro ma ha delle forti implicazioni sul piano sociale: è un motivo di vanto per questa città ma deve esserlo a 360 gradi”. Da riscattare c'è sempre la caduta di Pistoia: “Un ko immeritato, era una partita incanalata verso il pareggio e sarebbe stato così se quella conclusione di Mancino non si fosse spenta sulla traversa. L'errore di Anacoura? Può capitare, accade anche in campionati più grossi: l'unico modo che ha per reagire è sul campo. L'unico vero scivolone della mia gestione è stato quello di Macerata, non ho nulla da imputare al comportamento dei miei ragazzi”. Del prossimo avversario Acori ha un'idea ben precisa: “Il Pisa vive sulle ali dell'entusiasmo, ha un grosso seguito di pubblico come noi del resto: domani dovremo fare una grande partita e fare risultato, a tutti i costi. Servirà grande determinazione perchè ospiteremo un avversario forte e ben allenato da Rino Gattuso, il cui temperamento lo conosciamo bene tutti: gli va dato merito di aver trasmesso ai suoi ragazzi la stessa voglia di vincere e di non arrendersi mai”.

Condividi.

Notizie correlate