CALCIO: Rimini, sarà la Berretti a presentarsi sabato a Teramo?

Le ultime dal fronte Rimini recitano notizie tutt’altro che rassicuranti per la tifoseria biancorossa: è notizia di ieri la decisione assunta dai giocatori di proclamare uno sciopero per sabato, giorno della trasferta in casa del Teramo, qualora entro domani non arrivino rassicurazioni da parte della società circa il pagamento di due mensilità arretrate. A darne notizia sono stati gli stessi atleti biancorossi, in un comunicato diffuso di concerto con l’Associazione Calciatori. C’è un margine di possibilità per scongiurare questa evenienza che metterebbe una pietra tombale sulle residue possibilità di salvezza del Rimini? Ad oggi, sembra molto risicato: come spiega lo stesso vicepresidente dell’AIC, Umberto Calcagno, servirebbe uno sblocco delle risorse attualmente congelate in Lega e garantite da una fidejussione. Difficile che l’iter procedurale possa trovare compimento nei tempi strettissimi richiesti dalla squadra: ecco perchè prende sempre più quota l’ipotesi che sia la Berretti biancorossa ad andare allo sbaraglio sabato, tanto per non incappare in nuove penalizzazioni. Sempre che non scatti un meccanismo di solidarietà da parte delle altre società di Lega Pro e lo sciopero non diventi collettivo, come successo lo scorso anno col Parma: tutte ipotesi credibili, resta comunque il danno d’immagine sempre più profondo per una squadra un tempo gloriosa come quella biancorossa.

Condividi.

Notizie correlate