Lamberto Zauli

CALCIO: Santarcangelo, la gioia di Zauli, “Abbiamo vinto giocando alla grande”

È di buon umore Lamberto Zauli al termine del match del “Mazzola e non potrebbe essere altrimenti: il suo Santarcangelo ha appena impartito una lezione di calcio al Tuttocuoio facendo vedere lampi di classe sopraffina da parte dei suoi interpreti: “Eravamo a 5 partite dalla fine, si trattava di uno scontro diretto e il nostro obiettivo era giocare bene e soprattutto fare risultato. Sono arrivate tutte e due le cose, in particolare grazie al primo tempo, dove la squadra ha giocato veramente a calcio, in velocità e in profondità. Abbiamo fatto 3 gol, creando i presupposti per arrivare alla vittoria. Poi analizzeremo il secondo tempo, in cui la squadra ha un po’ pensato che fosse vinta, un errore da non fare, nonostante un margine rassicurante. Il Tuttocuoio nella ripresa non aveva nulla da perdere ed in effetti è stato pericoloso in più di una circostanza”. Sul significato della vittoria in chiave classifica. “Abbiamo vinto 4-1, siamo avanti negli scontri diretti con lo stesso Tuttocuoio, che però ci precede in classifica di un punto. Noi siamo vivi, vogliamo salvarci nonostante il -6. La squadra ci crede e sono orgoglioso di loro per l’ottimo atteggiamento mostrato. Siamo contenti, ma voltiamo subito pagina per affrontare la sfida in casa della Spal di sabato (calcio d’inizio ore 20.30), una gara impegnativa in cui dovremo cercare di fare punti. La classifica del resto è corta, le giornate sempre meno e le possibilità si assottigliano”.
Con la doppietta di oggi è salito in doppia cifra: niente male davvero per un attaccante, Marco Guidone, passato nel giro di qualche mese da vittima innocente dell’uragano Dirty Soccer a mattatore assoluto del Santarcangelo di Zauli: “Quelli di oggi sono tre punti d’oro: era uno scontro diretto e siamo riusciti a vincerlo. Nel primo tempo penso non abbiamo sbagliato niente. Fossimo andati al riposo sul 4-0, penso non ci sarebbe stato niente da dire. Nella ripresa abbiamo un po’ mollato, però ci sta. L’importante era portare a casa il successo”. Sui 10 gol in campionato. “Sono contento a livello personale, però l’importante era vincere. È arrivata anche la doppietta che mi ha portato alla doppia cifra e mi fa piacere, ma la priorità va al gruppo e al raggiungimento della salvezza”. Sulla prossima trasferta in casa della Spal. “Sinceramente ero più preoccupato della gara di oggi. Andremo a giocarcela tranquillamente a viso aperto”.

Condividi.

Notizie correlate