melini

CALCIO: Santarcangelo, Melini: “Dopo due ko ritroveremo la spinta”

L’intervista al direttore sportivo del Santarcangelo Oberdan Melini.

Direttore, innanzitutto le rinnoviamo gli auguri di buon compleanno. Certo è che non è stato proprio il massimo festeggiare domenica con una sconfitta (0-1 in casa del Tuttocuioio)…
“Non è stato un compleanno di quelli da ricordare, anche se è sempre una ricorrenza piacevole da festeggiare. Dal punto di vista prettamente sportivo poteva essere una giornata migliore”.

Come commentare lo 0-1 subito sabato in Toscana?
“Una partita che possiamo definire brutta in quanto poco spettacolare, contro una squadra che è riuscita a non farci giocare, ottenendo un risultato favorevole. Ha segnato su un nostro parziale errore difensivo mentre noi, pur attaccando con continuità nel secondo tempo, non siamo riusciti a trovare un pareggio, che forse era il risultato più giusto. Ma nel calcio si sa, quando non si fa gol, spesso poi si perde”.

Ad ogni modo non è un periodo fortunato, visto che dopo Margiotta, si è infortunato pure Petermann (rottura del legamento crociato anteriore della gamba destra).
“Un infortunio grave, che ci priva di un giocatore molto importante, che sin qui aveva fatto molto bene. Gli faccio un grande in bocca al lupo”.

A livello di classifica, malgrado le ultime due sconfitte, la situazione è tutt’altro che compromessa.
“È una stagione abbastanza strana, nel senso che, Teramo a parte, non posso considerare una squadra che lotterà per non retrocedere, la classifica dice che noi abbiamo fatto i punti con le formazioni che occupano la colonna di sinistra e abbiamo perso con quelle di destra. Questo a conferma di un campionato equilibrato, dove è possibile tutto il contrario di tutto. E ogni partita può riservare il risultato più inatteso. Ci sarà da lottare fino all’ultima giornata”.

Domenica al Mazzola arriva una Spal (calcio d’inizio ore 15) reduce dal ko interno contro il Pisa.
“Una grandissima formazione, equilibrata e la classifica sta lì a testimoniarlo. Poi lunedì sera è arrivato questo 1-2 abbastanza inspiegabile, stante il diverso andamento dei due tempi: una prima parte assolutamente dominata, a cui ha fatto da contraltare una ripresa in cui il Pisa è stato bravo e fortunato a ribaltare lo svantaggio in 5 minuti. Lì forse, anziché la reazione della Spal, c’è stato un black out. Ma sono cose che possono succedere nel calcio, certamente non sminuisce il valore di questa squadra. Domenica se vogliamo ottenere un risultato positivo, servirà il miglior Santarcangelo. E io sono fiducioso del fatto che dopo due ko ritroveremo tutte le nostre potenzialità. Abbiamo le qualità per metterli in difficoltà”.

Condividi.

Notizie correlate