wpid-oberdan-melini-santarcangelo.jpg

CALCIO, SANTARCANGELO: Melini: “Le dichiarazioni di Ciardi scagionano giocatori e società”

Il terzo giorno di processi per l'inchiesta Dirty Soccer è terminato con la deposizione dell'Avvocato Cocco che difende la posizione di Obegn, su cui pende, per ora, una richiesta di pena di 4 anni di squalifica. A Roma c'era anche il Ds Oberdan Melini insieme all'Avvocato Chiacchio in veste di difensore del Santarcangelo: “Dopo la fase di accusa del lunedì – spiega il dirigente clementino -, ieri hanno preso parola gli avvocati dei giocatori tra cui Guidone. Oggi è toccato all'Avvocato Cocco di Obeng. Non ci sono telefonate dirette e altre prove. Entrambi i legali hanno dichiarato l'estraneità dei propri assistiti ai fatti contestasti e il nostro legale si è rillacciato su quanto trattato. Ciardi ha affermato in aula di aver millantato tutto, come quanto già detto in estate in conferenza stampa, e ha ribadito che società e tesserati gialloblù non c'entrano nulla. L'auspicio è di uscirne puliti e quanto detto dall'ex magazziniere consolida la nostra posizione. Spero che i Giudici ne tengano conto, altrimenti sarà un problema. La sanzione amministrativa è sproporzionata e porterebbe al fallimento sportivo ed economico del Santarcangelo”. Presente anche Michele Nardi martedì in veste di supporti ai compagni, non è stata però accolta la sua deposizione spontanea. Ora si attendono le decisioni dopo il primo grado di giudizio: “Lunedì ci sarà la sentenza – conclude Melini -, la partita è ancora lunga e difficile”, poi l'eventuale l'appello a febbraio e il Collegio di Garanzia del Coni a Marzo. In sede di mercato il ds ha annunciato che De Vena lascia il gialloblù per accasarsi alla Fidelis Andria.

Condividi.

Notizie correlate