wpid-zauli-1024x768.jpg

CALCIO: Pisa-Santarcangelo 0-1: Zauli esulta, Gattuso… sbrocca

Il Santarcangelo ha compiuto l’impresa: nel giorno in cui tante piccole provinciali hanno sovvertito i pronostici andando ad espugnare le roccaforti delle big (per informazioni, chiedere a Roma e Fiorentina, vittime rispettivamente di Spezia e Carpi), i clementini non sono stati da meno e hanno eliminato il quotatissimo Pisa di Gennaro Gattuso. Un “Ringhio” che poi non le ha certo mandate a dire ai suoi nel postpartita: “Mi sono rotto, ci dobbiamo dare una svegliata. Dopo un primo tempo in cui mi sono anche complimentato coi ragazzi, non accetto una seconda parte così. Non è possibile, dobbiamo avere il veleno quando scendiamo in campo. È una vergogna ed è colpa mia. Non voglio sentire alibi, nella ripresa abbiamo spento la luce, smettendo di giocare e perdendo la fluidità di manovra”.

TRIPUDIO SANTARCANGELO
Di ben altro tenore le dichiarazioni di Lamberto Zauli, tecnico del Santarcangelo, apparso raggiante dopo l’ottima prestazione dei suoi: “Siamo contenti: abbiamo dato continuità alle ultime prestazioni, i ragazzi sono cresciuti come atteggiamento. In più abbiamo passato il turno, per una piccola realtà come la nostra essere tra le prime 8 della Coppa Italia è un motivo di vanto”. Una gara in cui il Santarcangelo ha sofferto nel primo tempo, salvo uscire dagli spogliatoi letteralmente trasformati: “Alla fine siamo stati premiati da una partita di grande sacrificio – conferma il mister – loro avrebbero meritato di passare in vantaggio al termine di un primo tempo in cui hanno sbagliato più di un’occasione, bravi noi comunque a tenere la partita in equilibrio e a venire fuori nel momenti in cui il Pisa si è allungato. Abbiamo costruito la ripresa sul gol di De Vena, rischiando solo in una sola circostanza e ripartendo più volte dando l’impressione di poter fare il 2-0”.

IL NUOVO CHE AVANZA
E c’è stata gloria anche per l’attaccante degli Allievi allenati da Luca Fusi Leonardo Fuchi (classe ’99), entrato nel corso della ripresa: “Noi abbiamo diversi ragazzi interessanti, come Fulvi del ’98 in panchina. Il Santarcangelo è una piccola società ma lavora bene come settore giovanile, gli Allievi sono primi nel campionato nazionale e Fuchi è uno dei loro protagonisti. Gli riconosciamo qualità, anche se parliamo di un ’99, per cui è prestissimo. Per Santarcangelo è un motivo  d’orgoglio affrontare Cani e Lupoli con un ragazzino che è entrato col giusto piglio e ha dimostrato la giusta personalità. Ripeto, stasera mi piace elogiare l’opera del vivaio”.

NEI QUARTI LA SPAL
Ora un pensierino alle semifinali si può anche farlo anche se l’ostacolo sulla strada dei gialloblu si chiamerà Spal… “Il nostro obiettivo principale è la salvezza in campionato però noi giochiamo sempre tutte le partite per vincere, compresa quella che andremo a disputare contro gli estensi”.

Condividi.

Notizie correlate