CALCIO: Sono ore febbrili per il salvataggio del Rimini – VIDEO

Si rincorrono e si accavallano, ormai senza più freno alcuno, le voci che riguardano il futuro del Rimini. Il tempo è ormai diventato il rivale numero uno da battere per il consorzio biancorosso, con patron Fabrizio De Meis che dovrà provvedere a saldare gli stipendi dei mesi di marzo, aprile e maggio entro e non oltre il 24 giugno, pena la mancata iscrizione al prossimo campionato di Lega Pro. Uno scenario che ad oggi non può essere escluso, dunque, anche se le trattative per la cessione del Rimini sono proliferate e potrebbero portare a degli sviluppi concreti anche già nelle prossime ore. In primo piano c'è sempre la cordata lombarda capeggiata dal titolare della Holding Sofin Spa ma non solo: nelle ultime ore si sono fatti sempre più accentuati i rumors di una nuova pista, quella marchigiana, un gruppo di imprenditori attivi nel settore dei trasporti, in questo caso rappresentato dall'ex ad della Maceratese Marco Nacciarriti. Insomma, un autentico rebus, lo stesso che anche il sindaco Gnassi vorrebbe vedere risolto in tempi compatibili con quelli della Lega: in tal caso, assicura il riconfermato primo cittadino, le porte del Comune di Rimini saranno aperte 24 ore al giorno.

Condividi.

Notizie correlate