CALCIO: Tra Ravenna e Correggese divampa la polemica: colpa di un gol fantasma

Il turbolento finale di gara tra Ravenna e Correggese ha lasciato il segno anche nel postpartita, con l'attacco operato dalla società emiliana nei confronti del direttore di gara, Massimiliano Rasia della sezione di Bassano del Grappa, a cui poi ha fatto seguito la replica del Ravenna, anch'essa affidata ad un comunicato. Secondo i biancorossi, infatti, il risultato del match disputato ieri pomeriggio al Benelli sarebbe irregolare, così come la sua successiva omologazione “in quanto il direttore di gara sig. Massimiliano Rasia di Bassano del Grappa e l'assistente 1 sig. Stefano Faccioni di Legnago, dopo aver convalidato il gol regolare del giocatore della Correggese Bernasconi al minuto 27 del secondo tempo, lo hanno successivamente annullato solo a seguito delle proteste dei giocatori del Ravenna”.
“Tale decisione – continuava il club emiliano – è irregolare dal punto di vista tecnico come ha anche riconosciuto nel dopo partita l'ex arbitro Rodomonti (oggi commissario arbitrale di gara), quindi la Correggese Calcio farà esaminare tale irregolarità, supportata anche dalle immagini, agli organi competenti della Lega Nazionale Dilettanti affinchè prendano decisioni in merito all'omolagazione del risultato della gara in oggetto”.
Le immagini televisive in nostro possesso non hanno chiarito del tutto se il pallone fosse entrato del tutto oppure no in occasione del gol fantasma di Bernasconi mentre sembrerebbero più fondate le proteste sulla rete annullata a Ponsat al 94' per un fuorigioco inesistente. Certo è che appare alquanto avventato riferirsi all'episodio del gol non convalidato come un errore tecnico dell'arbitro, che invece si è limitato a consultarsi col suo collaboratore prima di cambiare la propria decisione. Questa è anche la versiona dei fatti fornita dal Ravenna: “Il Ravenna FC apprende con stupore l’iniziativa della Correggese, annunciata attraverso il proprio sito ufficiale, di chiedere agli organi competenti della Lega Nazionale Dilettanti di verificare la regolarità della gara disputata oggi al Benelli ritenendo sussistano i fondamenti dell’errore tecnico nell’azione del presunto gol di Bernasconi al 27′ della ripresa. Senza entrare nel merito delle motivazioni che spingono la Correggese Calcio ad avviare tale iniziativa, il Ravenna FC si limita a riconoscere l’onestà e l’umiltà del direttore di gara che, nell’episodio in questione, avvalendosi della collaborazione del suo assistente, dopo un breve consulto, ha modificato la sua decisione, in un rapporto di stretta e reciproca collaborazione tra arbitro e assistente, che è alla base di ogni direzione di gara. Segnalare, come fa la Correggese, che il direttore di gara cambia decisione sulla spinta delle proteste dei giocatori di casa, è del tutto fuorviante, e mette in dubbio la sportività dei nostri giocatori e la correttezza e l’imparzialità di giudizio della terna arbitrale, presupposti che non devono mai essere dimenticati”.

Condividi.

Notizie correlate