wpid-Stefano-Protti.jpg

CALCIO: Tra Sammaurese e San Marino è bagarre: Protti attacca, i titani querelano

Spirano venti di guerra tra San Marino e Sammaurese, e ciò nonostante che le due squadre abbiano concluso da poco più di 24 ore il doppio confronto diretto di campionato. Che il meteo di questa sfida promettesse poco o nulla di buono lo si era capito abbondantemente già nella settimana che aveva preceduto l’incontro: la Sammaurese aveva infatti chiesto l’anticipo al sabato, visto che il match del “Macrelli” si sarebbe svolto in contemporanea con la festa del Carnevale, un’evenienza che ha certamente causato problemi logistici non indifferenti ai giallorossi. Il diniego opposto dal San Marino è stato vissuto a San Mauro come un autentico affronto. I toni della polemica si sono poi infiammati quando il tecnico della Sammaurese, Stefano Protti, ha definito il San Marino attuale solo una copia sbiadita di quello che vedeva in Germano De Biagi il presidente; un attacco frontale che si è concluso poi nell’immediato postpartita quando Protti ha rincarato la dose spendendo parole molto forti ai microfoni della tv di stato sammarinese: “Non è vero che sono stato io a caricare la vigilia di questo match: io ho detto solo le cose come stanno. Chi ha invece pescato nel torbido è stato Filippo Medri: è dalla gara di andata che vincemmo per 1-0 che non faccio altro che leggere riferimenti a quella partita da parte sua, forse non gli è andata ancora giù. Ha appesantito il prepartita e non so perchè, non me l’ha spiegato nemmeno oggi (ieri, ndr), è scappato via”. Un Protti che ha anche ribadito quanto espresso in precedenza sul club biancazzurro: “Per quanto mi riguarda, sono molto affezionato al San Marino, ma a quello presieduto a suo tempo da De Biagi come ammiro la mia società che è fatta da tre ragazzi di San Mauro, perchè so che è gente del posto e che ha a cuore solo il bene di questa società. Il fatto che invece il San Marino sia ora gestito da un presidente (Luca Mancini, ndr) che non è di San Marino un po’ mi puzza”.
Parole come pietre che hanno scatenato la reazione del club del Titano che ha avviato un azione legale nei confronti del mister giallorosso, come precisato in questo comunicato: “Il San Marino Calcio, in relazione alle gravi e inopportune dichiarazioni rilasciate nel post partita dal tecnico Stefano Protti, comunica di aver dato mandato ai propri legali di difendere l’onorabilità del club e dei propri tesserati innanzi le autorità civili e penali competenti.
Comunica altresì di aver denunciato l’allenatore della Sammaurese alla procura federale perché valuti la violazione dell’art.1 del codice di giustizia sportiva, in relazione alle gravi offese ad un suo collega e alla società del Titano”.

Condividi.