CALCIO: Tutta la delusione di Leo Acori, “Assurdo che il Rimini sia stato lasciato morire” – VIDEO

Non era bastato a Leo Acori aver compiuto un autentico miracolo, l'aver trascinato il Rimini ad una salvezza che sembrava impossibile: la mancata iscrizione alla Lega Pro ha vanificato l'impresa compiuta sul campo dai biancorossi gettando nello sconforto un'intera città. Proprio su questo punto è intervenuto il tecnico di Bastia Umbra a Bar Sport: "È assurdo che si sia verificata questa situazione per la seconda volta negli ultimi cinque anni – il commento del neoallenatore del Prato -: non dimentichiamoci che stiamo pur sempre parlando di una città come Rimini, che ha potenzialità clamorose ma che ormai ha dimostrato una qual certa indifferenza quando viene in risalto la necessità di salvare la propria squadra di calcio". Una definizione, quest'ultima, che racchiude al suo interno un mondo intero secondo Leo Acori: "Non c'è solo la prima squadra, i giocatori e l'allenatore, c'è il settore giovanile, ci sono tante figure professionali da salvaguardare fino ad arrivare alla stessa valenza sociale che una società come quella biancorossa ricopre in questa città. Ora mi auguro che la città di Rimini trovi le risorse per rimettersi in piedi e ripartire anche se so che non sarà facile".

Condividi.

Notizie correlate