wpid-Galderisi-Alfonsine.jpg

CALCIO: Un Galderisi per l’Alfonsine, ecco bomber Gianmarco

Lui con il famoso Giuseppe (ex Juventus e Milan) non c’entra molto: “E’ un cugino di secondo grado di mio padre, ma non siamo in contatto”, spiega Gianmarco Galderisi, classe 1999, punta centrale, proveniente anch’egli dalla Campania (ma da Napoli) come il suo lontano parente.
Questo ragazzo di 185 cm si presenta in punta di piedi al Brigata Cremona, accompagnato dal suo procuratore, il famoso talent scout Edoardo Foschini.
“E’ stata un’operazione condivisa e portata avanti da me, Braschi (DS della Juniores ndr) e il DS Bianchedi “, spiega il Direttore Tecnico SGS e allenatore della Juniores Nazionale Mattia Gori “Da noi sarà a disposizione sia della Juniores che della prima squadra”. Il secondo allenatore, Fabrizio Capra, conferma tutto ciò che si dice di lui “Sì, l’ho già visto giocare, e ha un potenziale pazzesco!”.
Galderisi ha giocato nel Campionato Allievi Nazionali di A e B nell’Ascoli, lo scorso anno, ma ora si trasferirà ad Alfonsine. “Ringraziamo per la disponibilità e la collaborazione l’Albergo Ristorante ‘Il Gallo’” (locale molto noto in paese), che gli procurerà vitto e alloggio” sottolinea Gori.
Un acquisto di qualità sia per la prima squadra che per la Juniores, che esordisce nel Campionato Nazionale quest’anno. L’Alfonsine FC 1921 ne rende noto lo staff tecnico, che vede appunto Mattia Gori come allenatore, Fabrizio Capra come secondo, Antonio Esposito come Preparatore Atletico, Stefano Tusoni come Preparatore Portieri (lo stesso della prima squadra) e Daniele Braschi come DS.
Prendiamo le impressioni “a caldo” di questo ragazzo…
Ieri sei stato al Brigata Cremona e hai parlato con il tuo nuovo mister: che impressione hai avuto della società e dello staff?
Come ho già detto, l’impressione che mi sono fatto dello stadio è ottima, visto anche le non ottime strutture che abbiamo in Campania.
Lo staff, sin dai primi contatti telefonici (in primis con il mister Gori), mi è sembrato molto a modo e alla mano, tutti molto disponibili. Impressione confermata al primo incontro di ieri con le prime presentazioni e con l’incontro del mister Capra, conosciuto anni fa a Faenza.
Ti dividerai tra juniores e prima squadra, almeno all’inizio. Quale sarà il tuo obiettivo quest’anno?
Il progetto presentatomi dalla direzione mi è subito piaciuto. Mi affascina poter allenarmi con gente d’esperienza come Salomone, napoletano come me, da cui posso imparare tanto. L’ambizione è tanta, così come la voglia di riscattarmi dopo un anno molto sfortunato, caratterizzato da vari infortuni che mi hanno tenuto lontano dai campi. Non vedo l’ora di iniziare, di mettermi in mostra e a disposizione di mister Gori e di mister Candeloro, che conoscerò in seguito.
L’obiettivo è quello di fare bene con la juniores e giocare quante più partite con la prima squadra, per mettermi il luce in una regione  me nuova”.
Queste le prime parole da biancazzurro di quello che è stato definito un giocatore (e un ragazzo) d’oro. Alfonsine quindi che non solo alza il tiro ma punta anche sui giovani, ovviamente scegliendo la qualità, specie con questo colpo messo a segno (in cui ovviamente doveva esserci lo zampino di Gori, sempre alla ricerca di giovani talenti).

Condividi.

Notizie correlate