CALCIO: Un Radoi formato 2010/11, “Ravenna, ora l’ultimo sforzo per la salvezza” – VIDEO

Campionato di serie D 2010-11: il Santarcangelo domina in lungo e in largo e ottiene la promozione in serie C. A far brillare gli occhi dei tifosi gialloblu c'è soprattutto lui, Sorin Radoi, quell'imberbe attaccante rumeno micidiale negli spazi aperti. Dieci le reti messe a segno dall'allora 20enne che attirarono le attenzioni del Siena, che ne rilevò il cartellino. Tutto sembrava pronto per un ingresso nel grande calcio dalla porta principale ma ci si misero di mezzo i tanti problemi fisici che minarono le successive esperienze di Sorin al Pavia, alla Valenzana, al Rimini o lo stesso ritorno da figliol prodigo a Santarcangelo. "Fu una stagione straordinaria – conferma la punta giallorossa – e tornare su quei livelli è il mio obiettivo. Purtroppo i tanti passaggi a vuoto accusati nel corso degli anni a causa degli infortuni hanno compromesso la mia carriera, è stato difficile per me. Ora però penso di aver trovato nel Ravenna la piazza ideale per ritrovare continuità e le cose stanno andando per il verso giusto". Non a caso Sorin si è elevato ad assoluto mattatore della delicatissima sfida-salvezza in casa del Mezzolara: un gol splendido, un palo clamoroso e un'altra rete di importanza capitale a suggellare una prestazione da 10 e lode: "Domenica tutto è girato per il verso giusto ma l'unica cosa che contava era portare a casa i tre punti e lo abbiamo fatto. Nello spogliatoio abbiamo parlato a lungo delle nostre difficoltà, ci siamo confrontati sui problemi legati all'approccio alle partite e ci siamo detti che dobbiamo essere noi ad imporre il nostro gioco agli avversari e non viceversa. Ora restano da affrontare sette battaglie, dobbiamo fare di tutto per vincerne il più possibile".

Condividi.

Notizie correlate