CICLISMO: Tutto l’orgoglio di Pino Roncucci, “Il mito di Marco Pantani è sempre vivo” – VIDEO

A dodici anni dalla sua morte, il mito del Pirata Marco Pantani non accenna ad offuscarsi, anzi, continua a riscuotere i maggiori consensi soprattutto tra i più giovani. Quasi stenta a credere ai propri occhi Pino Roncucci, per anni autorevole guida in qualità di direttore sportivo di un Pantani ancora alle prime armi: "Per come la vedo io Marco ha un seguito maggiore al giorno d'oggi rispetto persino ai tempi in cui correva e stravinceva: il museo a lui dedicato ospita persone da tutto il mondo, tutte accomunate da una passione, quella per la figura di Marco". Un campionissimo dello sport la cui drammatica fine è ancora oggi oggetto di mille speculazioni nonchè di vicende da cronaca giudiziaria che ancora non hanno conosciuto il proprio epilogo: "Marco ha compiuto imprese entrate nella storia di questo sport, tra cui quella di aver vinto il Giro e il Tour nello stesso anno, lui come il solo Coppi in Italia. E tutto ciò sarebbe frutto del doping o della droga? Lui non aveva bisogno di questo. A Madonna di Campiglio è successo qualcosa di poco chiaro e mi sembra credibile la pista che riguarda il totoscommesse visto che un suo ritiro dal Giro d'Italia avrebbe fatto comodo a tanti".

Condividi.

Notizie correlate