Passatore Giorgio Calcaterra

PODISMO: È un “Passatore” da record: sfondata quota 2500 iscritti

Nella Galleria comunale d’arte di Faenza è stata presentata la 44^ edizione della 100 Km del Passatore, valevole per assegnare i titoli nazionali assoluti e master Fidal 2016 della specialità 100 chilometri su strada. L’ultramaratona, quest’anno denominata “Le vie del Sangiovese”, è promossa ed organizzata dall’associazione faentina con la collaborazione di Società del Passatore, Uoei, Admo, Cai e Consorzio Vini di Romagna, dei Comuni di Faenza, Firenze, Fiesole, Borgo San Lorenzo, Marradi e Brisighella e delle Province di Ravenna e Firenze, nonché con il sostegno dei partner Cassa di Risparmio di Cesena-Banca di Romagna, Friliver-Bracco, Coop Alleanza 3.0, Gruppo Hera, Moreno Motor Company, Decathlon, Natura Nuova e dello sponsor tecnico Saucony.
Il Passatore, come noto, continua ad essere l’ultramaratona di maggior tradizione e prestigio internazionale tra le oltre 150 che si disputano ogni anno in tutto il mondo, anche quale strumento di promozione del podismo, dell’ambiente e delle relazioni tra i popoli. Lo conferma il numero record degli iscritti. A due settimane dalla partenza (sabato 28 maggio, ore 15:00, da via de’ Calzaiuoli), con possibilità di registrarsi fino al 18 maggio, risultano 2.605 gli atleti attualmente iscritti (erano 2.504 all’edizione 2015), tra cui oltre 2500 tesserati Fidal. Tra loro, 362 donne, 87 faentini, 253 romagnoli, circa 1100 esordienti e oltre 70 atleti provenienti da 29 paesi, 15 atleti diversabili e 21 praticanti del nordic walking, disciplina che assegnerà il quinto titolo italiano Csen di specialità.
Insieme a Giorgio Calcaterra, fresco vincitore della Wings for Life World Run, campione italiano in carica e, come noto, vincitore delle ultime dieci edizioni della corsa, oltreché recordman della stessa (6:25:47), fanno parte del lotto dei favoriti il chietino Alberico Di Cecco (2^ nel 2011), l’ucraino Evgeni Glyva (2° nel 2013), l’altoatesino Hermann Achmuller (2° nel 2014 e 3° nel 2013), l’irlandese Vasiliy Neumerzhitskiy e il tedesco Jochen Hoeschele. Tra gli italiani si segnalano l’iseano Marco Ferrari (5° lo scorso anno e vincitore della Brescia Art Marathon 2015), il rocchigiano Matteo Lucchese (vincitore 2014 e 2015 della 7 Borgate Macianesi), il recanatese Paolo Bravi (capitano della Nazionale Italiana della 100 Km e vincitore della Terre di Siena Ulthramaraton), il livornese Marco Lombardi,  il dozzese Andrea Bernabei (4° lo scorso anno nella classifica dei romagnoli), il romano Roberto Rutigliano Pasquale, l’olmense Marco Boffo (14° alla Wings for Life World Run), il padovano Marco Turri, il torinese Daniele Gaido, il bagnese Luca Fusi, lo scandianese Daniele Palladino (2° nel 2012 e 3° nel 2014) ed il faentino Mirco Gurioli. In campo femminile, le italiane Francesca Canepa (plurivincitrice Trail Running) e Elide Del Sindaco, le croate Nikolina Sustic (vincitrice nel 2015), Marija Vrajic (24^ nella generale nel 2015 e campionessa nel 2013 e 2014), Antonija Orlic e Veronika Jurisic (17^ nel 2014 ed 11^ lo scorso anno), oltre alla giapponese Majidae Sohn (2^ alla recente 50 km di Romagna).

Condividi.

Notizie correlate