Foto: Fabio Blaco

VOLLEY: A2, Aquile in cerca di riscatto dopo lo scivolone di Soverato

Prenderà avvio questo pomeriggio il girone di ritorno del campionato femminile di Volley di A2. Dopo la battuta d’arresto subita la scorsa settimana a Soverato, le Aquile di Forlì tornano a giocare tra le mura amiche del PalaRomiti. La Volley 2002, campione d’inverno, ospiterà la Lilliput, terz’ultima a 12 punti, davanti a Beng Rovigo e Omia Anagni.
Tre mesi fa, a Settimo Torinese, finì 3 a 2 per le nostre Aquile. Fu questo il risultato che segnò l’inizio di una lunga striscia positiva e di un volo che ha portato la Volley 2002 a chiudere il girone d’andata al primo posto, con tre punti di vantaggio sulla più diretta inseguitrice.
La partita di oggi sarà importante per la classifica e per il morale delle Aquile di Forlì che ritroveranno il calore e l’affetto del proprio pubblico e dei propri tifosi. Sarà altrettanto determinante tornare subito al successo, in vista degli importanti impegni che aspettano la Volley 2002 nelle prossime settimane, prima tra tutti la semifinale di Coppa Italia di A2 a eliminazione diretta che si giocherà contro la Delta Informatica Trentino, mercoledì 27 gennaio, alle ore 20.30, al PalaRomiti.
Nell’incontro di questo pomeriggio non vi saranno ex in campo. La Lilliput, neo promossa in A2, è allenata da circa quindici anni da Massimo Moglio. La squadra piemontese ha conservato gran parte del blocco della promozione con l’inserimento di due giocatrici di livello: Veronica Minati, uno dei migliori opposti italiani di A2, e la schiacciatrice Laura Baggi, protagonista lo scorso anno a Vicenza della promozione in A1, insieme alle nostre Strobbe e Smirnova. Altra ottima giocatrice che si è rivelata nel corso del girone di andata è la ventiduenne centrale Yasmina Akrari, cresciuta nelle giovanili della Lilliput, esordiente in serie A, che attualmente occupa il terzo posto nelle statistiche di Lega per quanto concerne il suo ruolo.
Alla vigilia della partita coach Marco Breviglieri ha dichiarato: “Mi sembra ovvio che dopo aver preso uno schiaffo ci dobbiamo rialzare subito. All’andata le piemontesi ci hanno dato filo da torcere. Settimo Torinese è una squadra che, pur non avendo grandissime individualità, lotta fino alla morte e fa del gioco del collettivo di squadra la sua arma migliore, con una gran difesa e una grande aggressività. Se vogliamo essere quella squadra che abbiamo dimostrato di essere fino a prima della pausa natalizia, dobbiamo dare subito un segnale forte”.
Fischio d’inizio, come di consueto, alle ore 18.00.
Dirigeranno l’incontro i signori Sergio Pecoraro e Antonio Licchelli.

Condividi.

Notizie correlate