Cmc Romagna

VOLLEY: Cmc, trasferta ai limiti dell’impossibile a Perugia

Scenderà in campo al Pala Evangelisti di Perugia (ore 18) la CMC per la 15^ di Superlega, in una partita che sulla carta lascia spazio ad un solo pronostico, ma che comunque potrà esser sfruttato come banco di prova per migliorare nel gioco rispetto alla gara contro Monza. “La sconfitta di domenica è stata difficile da digerire – commenta coach Waldo Kantor -, poteva andare diversamente con quei due set persi sul filo di lana, e sicuramente abbiamo perso una grande occasione per far punti, per cui c’è tanto rammarico. Penso che sia subentrata la tensione di dover fare risultato, non abbiamo saputo gestire la tensione che una partita sulla carta alla nostra portata ci crea. Dobbiamo cercare di essere più concentrati palla su palla, e pensare meno a tutto il resto, classifica in primis. Ci siamo confrontati in settimana, abbiamo analizzato le cose andate bene e soprattutto quelle andate male, ci siamo allenati tanto e bene e ora siamo proiettati su Perugia”.
La Sir arriva dalla convincente vittoria europea di mercoledì contro i tedeschi del Duren, che ha permesso loro di accedere alla Challenge Phase di Cev Cup. Nel prossimo turno Buti & co. se la vedranno contro la temibile Dinamo Mosca di Ivan Zaytsev, retrocessa dalla Champions League risultando la peggiore seconda al termine della fase a gironi. In Superlega c’è voglia di riscatto in casa Sir, visto che la netta sconfitta subìta a Trento sabato scorso ha stoppato la corsa dei Block Devils, al momento appaiati alla Calzedonia Verona al quarto posto, che di certo non vorranno compiere ulteriori passi farsi anche in vista delle difficile trasferta contro la Lube del prossimo turno. “Loro sono una grande squadra – commenta Kantor – hanno dei martelli molto validi, i centrali sono quelli della Nazionale italiana, la diagonale palleggiatore/opposto non ha bisogno di presentazione. Avranno sicuramente voglia di tornare a vincere, mi aspetto una partita molto combattiva. Dal nostro punto di vista, voglio che i ragazzi entrino in campo spavaldi e affrontino la gara con voglia di divertirsi, far bene, col piglio di chi non ha nulla da perdere”.

Condividi.

Notizie correlate