Foto: Fabio Blaco

VOLLEY: Le Aquilotte vogliono continuare a volare contro Monza

Otto vittorie su otto: il percorso del Volley 2002 è stato fino ad ora netto e incontestabile. Una bella responsabilità per le Aquile di Forlì che, se prima potevano nascondersi, ora viaggiano allo scoperto in vetta alla classifica, con quattro punti di vantaggio sulle inseguitrici. Ora la Volley 2002 Forlì è vista da tutti come la squadra da battere. Anche dalla Saugella Monza, avversaria di turno al PalaRomiti quest’oggi alle 18. Monza ha 15 punti in classifica con cinque partite vinte, quattro delle quali in casa (Palmi, Anagni, Pesaro e Rovigo) e una sola in trasferta (nella seconda giornata a Caserta). La squadra lombarda ha incassato le tre sconfitte a Olbia (3-0) a Settimo Torinese (3-0) e a Filottrano (3-1). Dallo spogliatoio forlivese arrivano voci rassicuranti sul recupero della centrale Sara Ceron che in settimana ha ripreso gli allenamenti con la palla e giovedì ha tenuto il suo primo allenamento completo. Sembra quindi ritrovata pienamente e oggi sarà a disposizione della squadra. A parte la gestione dei piccoli problemi di routine, tutte le altre giocatrici agli ordini di Breviglieri stanno bene e non vedono l’ora di scendere in campo domenica al PalaRomiti. Un coach apparso alquanto prudente nelle dichiarazioni della vigilia: “Un motivo per cui Monza è rimasta un po’ indietro in classifica c’è e va ricercato nelle quattro partite su otto in cui non ha potuto schierare la formazione al completo. Infatti, nelle tre partite che Monza ha perso, in due le mancavano giocatrici importanti come Valentina Zago a Olbia e a Settimo Torinese Stefania Dall’Igna, la palleggiatrice titolare che è stata sostituita in tre partite dalla diciassettenne Rebecca Rimoldi. L’unica vera sconfitta subita con l’organico al completo è quindi quella della settimana scorsa con Filottrano, in cui però Dall’Igna rientrava dopo tre turni dall’infortunio. Per questo ed altri motivi il nostro atteggiamento domenica (oggi, ndr) deve essere quello da sfida di alta classifica. Se non abbiamo mai sottovalutato nessun avversario, nemmeno chi occupava le posizioni più basse, a maggior ragione dovremo avere il coltello tra i denti incontrando una squadra che, nonostante abbia perso un po’ di terreno, ritengo sia una delle maggiori candidate insieme a noi al salto di categoria”.

Condividi.