Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
VOLLEY: Superlega, una Bunge motivatissima debutta al Pala De André contro Piacenza
sport

VOLLEY: Superlega, una Bunge motivatissima debutta al Pala De André contro Piacenza

  • Di:
  • 139 visualizzazioni

E’ una Bunge rinnovata e con tanta voglia di stupire, quella che sfida la Wixo LPR Piacenza nella prima giornata del campionato di Superlega, in programma al Pala De André domani, domenica 15 ottobre, con fischio d’inizio alle ore 18 (arbitri Umberto Zanussi di Treviso-Belluno e Daniele Rapisarda di Udine). L’attesa è terminata e, dopo un precampionato molto positivo a cui si è aggiunta la bella vittoria di Vibo Valentia nel debutto di Coppa Italia, la squadra guidata da Soli è pronta a tuffarsi nella nuova stagione. A far sorridere in modo ulteriore la società ravennate è la fresca notizia che viene dal botteghino, con ben 978 persone che hanno sottoscritto la tessera nel corso della campagna abbonamentiterminata ieri, superando di gran lunga la quota 868 del 2016. “Siamo contenti e orgogliosi – dichiara il presidente del Porto Robur Costa, Luca Casadio – di aver raggiunto l’obiettivo che ci eravamo prefissati. Si è registrata una crescita di più di cento abbonati rispetto la scorsa stagione, a dimostrazione che la città e i ravennati hanno capito l’importanza e la serietà del nostro progetto. Di sicuro una grossa mano è stata data dall’ottimo pre-campionato disputato da una squadra costruita con tanti giovani di belle prospettive. La nostra speranza è che Ravenna continui a sostenerci: la risposta ricevuta rappresenta un bel viatico in vista del futuro”.
Nel corso dell’estate l’organico della Bunge è stato rivoluzionato, inserendo oltre a giocatori molto giovani anche altri di esperienza, che affiancano i confermati Goi, Raffaelli e Marchini. Il più navigato tra tutti è il palleggiatore Orduna, che fa da ‘chioccia’ al gruppo assieme al francese Marechal e all’argentino Poglajen, entrambi posto 4 come Mazzone, indisponibile per infortunio. E’ del tutto cambiato il reparto centrali, con gli arrivi di Diamantini, del bulgaro Georgiev e di Vitelli, come il pacchetto opposti, formato dall’austriaco Buchegger e dal cubano Gutierrez, quest’ultimo appena sbarcato a Ravenna dopo un’estate in nazionale, mentre il secondo regista è Pistolesi. “Arriviamo a questo debutto con entusiasmo – spiega il tecnico Fabio Soli – sulla spinta anche della vittoria in coppa a Vibo. È stata una bella soddisfazione, che ci teniamo stretta e che utilizziamo come strumento per le prossime partite, che saranno durissime, considerato che ci aspetta un ciclo terribile. Molti dei giocatori non sono mai scesi sul campo del Pala De André, dove non ci siamo mai allenati. Anche l’anno scorso è stato così, ma l’impatto con l’ambiente non fu negativo, anzi”.
Di fronte Orduna e compagni si trovano una Wixo LPR che poggia solide basi sull’organico della passata stagione: emigrata in Turchia la diagonale Hierrezuelo-Hernandez, sono arrivati a Piacenza il regista Baranowicz e l’opposto Fei, che ritorna in biancorosso dopo tre anni. Il tecnico Giuliani, al suo terzo anno in Emilia, punta molto sulle riconferme degli schiacciatori Clevenot, Marshall e Parodi, dei centrali Alletti e Yosifov e del libero Manià, a cui si uniscono Hershko, Kody e Giuliani. “Ci attende un match tosto e intenso – riprende Soli – contro un Piacenza che ha nel suo roster tanta esperienza. Non può più contare su uno dei bomber dello scorso campionato, ma dall’altra parte ha acquisito moltissima qualità in regia e in più la rosa è rimasta in gran parte invariata. Ci saranno di sicuro dei momenti difficili, dove dovremo cercare di tirare fuori il meglio per portare a casa il più possibile. Giocare al Pala De André, davanti al nostro pubblico, ci carica di entusiasmo e responsabilità, anche in virtù delle aspettative nate per il nostro buon pre-campionato. In questo periodo abbiamo ottenuto una certa consapevolezza sui nostri mezzi e faremo di tutto per essere all’altezza, cercando prima di tutto di mostrare un grande attaccamento alla maglia, con grinta e voglia di vincere”.