Volley 2002 Forlì Sara Ceron

VOLLEY: Tornano in campo le Aquile dopo i fasti di Coppa: capolista di scena a Rovigo

Dopo il rotondo successo di domenica scorsa contro Caserta e la recente vittoria in Coppa Italia, a Forlì si respira aria di grande ottimismo e fiducia. Mercoledì sera, contro Pesaro, coach Vercesi ha dato spazio a tutte le sue ragazze e ognuna ha così potuto portare il proprio determinante contributo alla vittoria finale, a dimostrazione di quanto la squadra stia bene e sia coesa. Ora nel mirino di Forlì c’è Rovigo: sì, la stessa Rovigo il cui coach, Alessio Simone, aveva dichiarato in tempi non sospetti di considerare quest’anno la Volley 2002 la formazione “più forte del campionato”. Allo stato attuale delle cose il giudizio formulato da Simone si rivela corretto. Forlì è prima in classifica con 39 punti, più due su Soverato, seconda forza del campionato. I risultati di Coppa Italia di questa settimana hanno poi confermano la supremazia di queste due formazioni che hanno vinto le semifinali, conquistando l’accesso alla finale del 20 marzo in cui saranno contrapposte. Dal canto suo Rovigo è penultima in classifica con 12 punti. Per sperare di arrivare almeno ai playout le leonesse dovrebbero compiere un vero miracolo, già a partire da domenica. Per questo le venete potrebbero diventare temibili, proprio perché non avendo nulla da perdere scenderanno in campo con grinta e un pizzico di pericolosa incoscienza.
All’andata a Forlì finì con un secco 3 a 0 per le Aquile (25-14, 25-13, 25-19). Protagoniste della serata furono le tre attaccanti forlivesi (Tai Aguero, Irina Smirnova e Laura Saccomani) tutte e tre in doppia cifra e le due centrali con Flavia Assirelli che realizzò 10 punti e Marylin Strobbe 7 mentre tra le venete emerse solo Laura Grigolo, autrice di 12 punti.
Dalla ripresa del campionato dopo la pausa natalizia, le leonesse di Rovigo hanno giocato tre volte in trasferta perdendo per 3 a 0 ad Aversa e per 3 a 1 sia a Caserta che a Palmi. Gli unici due punti li hanno conquistati il 31 gennaio al tie break in casa contro il fanalino di coda Anagni.
Rovigo viene da una campagna acquisti in cui è stata fatta una scelta coraggiosa che non ha portato grossi nomi ma che ha dato spazio all’inserimento nel roster di diverse giocatrici che non avevano esperienza in serie A, tutte molto giovani e interessanti, dotate sia fisicamente che tecnicamente. Spiccano tra le rodigine la schiacciatrice Adele Poggi, lo scorso anno a Firenze in A1, e le attaccanti polacche Patrycja Polak e Laura Tomsia. Da segnalare inoltre la presenza della giovane ma esperta palleggiatrice ravennate Cecilia Vallicelli che lo scorso anno ha giocato in Francia in serie A con Le Cannet. A gennaio, infine, è arrivata a Rovigo come rinforzo la schiacciatrice rumena Ariana Pirv, proveniente da Soverato.
“Dopo la partita di mercoledì contro Pesaro – commenta il tecnico delle forlivesi Vercesi – abbiamo avuto alcune ragazze che non si sono potute allenare perché sono state colpite da una spiacevole virosi gastrointestinale ma per domenica contiamo di recuperarle tutte. A parte questo siamo carichi per la partita di Rovigo, indipendentemente da chi di noi scenderà in campo. In squadra siamo 12 e come sempre vogliamo fare bene, con tutto il rispetto per Rovigo che è una buona squadra. Sappiamo che le nostre avversarie saranno più agguerrite di 3 mesi fa quando vennero a giocare a Forlì. Questa volta giocano in casa, hanno bisogno di punti e non hanno nulla da perdere. Cercheranno di fare di tutto per ottenere un risultato positivo contro di noi, perciò anche noi dovremo impegnarci per dare il meglio”.
Domani sera (ore 18) si giocherà al Palazzetto dello Sport di Rovigo, via Bramante Donato. Arbitreranno i direttori di gara Vincenzo Carcione e Massimo Piubelli.

Condividi.

Notizie correlate