Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

In evidenza

CESENA: Dalla Regione 100 milioni per il nuovo ospedale | VIDEO Attualità

CESENA: Dalla Regione 100 milioni per il nuovo ospedale | VIDEO

Questo era l’ospedale Bufalini di Cesena ai tempi della sua inaugurazione, nell’anno 1958, costruito in cima a una collina in quanto, all’epoca, si pensava che la posizione sopraelevata potesse giovare alla cura dei malati. Una scelta logistica che, 60 anni dopo, ha finito per rivelarsi poco lungimirante, con la struttura che, nonostante i tanti lavori di ampliamento, non riesce più a gestire la mole di lavoro imponente che l’ha resa il principale polo ospedaliero della Romagna. Questo il motivo per cui si è deciso di dare un taglio netto e avviare il progetto di costruzione del nuovo ospedale, che si svilupperà in prossimità del casello autostradale di Cesena Sud, su una superficie pianeggiante di 75mila metri quadrati per il quale, proprio nella giornata di ieri, la Regione ha approvato un finanziamento di 100 milioni di euro per un costo totale dei lavori che dovrebbe aggirarsi attorno ai 150 milioni.   Via dunque già da ora alle attività di progettazione dei lavori che, secondo il piano del Comune, dovrebbero prendere il via attorno al 2022 per arrivare all’inaugurazione vera e propria fissata per il 2026.  


RIMINI: Ricoveri non necessari, clinica medica condannata a risarcimento | VIDEO Cronaca

RIMINI: Ricoveri non necessari, clinica medica condannata a risarcimento | VIDEO

Predisponevano per i propri pazienti ricoveri a regime intensivo senza che ce ne fosse alcun bisogno per intascare il rimborso della Regione. Questa la motivazione per cui la Corte dei Conti ha condannato al risarcimento di 6,1 milioni di euro la clinica privata di Rimini Sol et Salus. L’inizio delle indagini risale al 2014, quando un gruppo di pazienti arrivati da Modena per farsi curare ha notato alcuni comportamenti sospetti e ha avvisato la Guardia di Finanza. Si è quindi scoperto che la clinica, che godeva di buona reputazione tanto che venivano da tutta Italia per sottoporsi alle cure, in realtà approfittava dei pazienti prescrivendogli terapie intensive, costose e soprattutto non necessarie. Tanto che, spesso, i pazienti non venivano neanche sottoposti al regime intensivo, che compariva sulla cartella clinica ma che serviva solamente per ottenere i rimborsi su prestazioni che poi non venivano effettuate. “Il fatto che l’ospedale privato fosse autorizzato a erogare ricoveri per riabilitazione – scrivono i giudici – non significava affatto che l’attività erogata dovesse per forza essere considerata intensiva senza essere valutata caso per caso”. Questo il motivo per cui il Comando Provinciale di Rimini, dopo aver esaminato oltre 4300 cartelle cliniche, ha provveduto, oltre che alla richiesta del rimborso,  a iscrivere nel registro degli indagati il Presidente del Consiglio di Amministrazione, l’Amministratore Delegato e il Direttore Sanitario.   


RAVENNA: Circuito sequestrato e tre indagati dopo la morte del motociclista Cronaca

RAVENNA: Circuito sequestrato e tre indagati dopo la morte del motociclista

Dopo l'incidente avvenuto domenica scorsa, nel quale ha perso la vita il motociclista 46enne Marco Buzzi, i carabinieri hanno posto sotto sequestro il circuito di Pezzolo di Russi, nel Ravennate. Ora si dovrà accertare l'idoneità del percorso ad essere utilizzato per allenamenti e gare di motocross. Intanto risultano anche indagati il gestore dell'area, il rappresentante del team che l'aveva presa in affitto per il week end e, per ora solo come atto dovuto, Francesco Cecchini, il pilota che si trovava dietro a Buzzi travolgendolo a seguito della caduta e che ora non riesce a capacitarsi di quanto accaduto. Sequestrate anche le due moto coinvolte nell'incidente che saranno sottoposte ad alcuni esami tecnici per accertare eventuali guasti o disfunzioni.


RAVENNA: Continuano le ricerche del 77enne scomparso lo scorso 14 gennaio Cronaca

RAVENNA: Continuano le ricerche del 77enne scomparso lo scorso 14 gennaio

Continuano le ricerche di Ottavio Consulti, il 77enne che lo scorso 14 gennaio si è allontanato dalla sua abitazione, nel  Ravennate, e del quale non si hanno più notizie. Al momento della scomparsa l'uomo indossava pantaloni marroni e un giubbotto marrone scuro con i bottoni. Chiunque dovesse avere notizie dell'anziano, che potrebbe aver perso l'orientamento ed essere in stato confusionale, è invitato a contattare i carabinieri di Ravenna.


ROMAGNA: Calo dei redditi, lavoratori e pensionati più poveri dello scorso anno | VIDEO Attualità

ROMAGNA: Calo dei redditi, lavoratori e pensionati più poveri dello scorso anno | VIDEO

I dipendenti e i pensionati romagnoli sono più poveri rispetto all'anno scorso. A rivelarlo è uno studio realizzato dalla Cisl su un campione di circa 53 mila dichiarazioni dei redditi del 2016 eseguite sul territorio. Filippo Pieri, segretario generale del sindacato Romagnolo sottolinea come la crisi abbia inciso maggiormente sull'erosione dei redditi più alti e meno sugli altri. Nella provincia di Ravenna la situazione di lavoratori e pensionati risulta piuttosto simile, mentre per quanto riguarda le province di Forlì-Cesena e Rimini la differenza è ben più marcata, con uno scostamento che supera i mille euro. I dati, se incrociati con quelli provenienti dal Ministero delle Finanze, mostrano come i Ravennati abbiano pensioni leggermente più alte rispetto agli altri romagnoli. Analogo discorso è valido anche per i redditi dei lavoratori dipendenti, ancora una volta nel Ravenna registra cifre maggiori rispetto ai territori di Forlì, Cesena e Rimini. Tra i pensionati è nel Ravennate che si registra il reddito più alto, il più basso, invece, tocca alla zona del Riminese, con una differenza di oltre 2.800 euro. "Non bisogna fare finta di non vedere le pericolose ricadute sociali che il perpetuarsi di questa situazione reddituale può generare nel lungo periodo - ha precisato Pieri - a ciò si aggiunge anche il lavoro irregolare che continua ad essere, purtroppo, una piaga ancora aperta".


Notizie recenti