Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

In evidenza

RICCIONE: Espulso 22enne albanese, inneggiava all'Isis Cronaca

RICCIONE: Espulso 22enne albanese, inneggiava all'Isis

Un 22enne albanese, residente a Riccione, che aveva più volte inneggiato all'Isis e che, in carcere, aveva manifestato deliri religiosi, è stato espulso dall'Italia - con un provvedimento del ministro dell'Interno Marco Minniti - per motivi di sicurezza dello Stato. Con questo rimpatrio, il 77esimo dell’anno, sono 209 le espulsioni di soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso eseguite con accompagnamento nel proprio Paese, dal gennaio 2015 ad oggi. Il giovane albanese, riferisce il Viminale, aveva inneggiato all’Isis durante il suo arresto, avvenuto nel settembre 2016 per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Nel carcere di Rimini, da subito ha manifestato disturbi della personalità caratterizzati da deliri religiosi, rifiutando il fotosegnalamento perchè "e' vietato da Allah dare le proprie impronte agli infedeli". Agli arresti domiciliari dall'ottobre 2016 presso l'abitazione dei genitori a Riccione, nel febbraio 2017 è stato rintracciato dai militari dell'Arma a Deruta (Perugia) nei pressi del Santuario "Madonna dei Bagni", mentre invitava i passanti a non entrare in chiesa e a convertirsi all'islam, dicendo che si sarebbe recato a Roma per parlare con il Santo Padre. Durante la detenzione, viene spiegato, il giovane albanese ha continuato a manifestare una "ossessiva attrazione per la sfera religiosa". Da ulteriori verifiche investigative sono inoltre emersi contatti con un noto esponente di un luogo di culto, contiguo ad ambienti dell'estremismo islamico, che ha verosimilmente contribuito alla sua radicalizzazione. Dopo la sua scarcerazione, avvenuta ieri, il cittadino albanese è stato rimpatriato, con accompagnamento nel suo Paese, con un volo decollato da Bologna e diretto a Tirana, in esecuzione del decreto emesso dal ministro dell'Interno per motivi di sicurezza dello Stato. 


ROMAGNA: Ironman da tutto esaurito, vince il tedesco Dreitz | VIDEO Attualità

ROMAGNA: Ironman da tutto esaurito, vince il tedesco Dreitz | VIDEO

Una festa per migliaia di sportivi e appassionati. Il primo Ironman italiano, che si è tenuto nelle scorse ore in Romagna, è stato un successo, con 2.500 atleti al via (di cui 70 professionisti) accompagnati da centinaia di supporter provenienti da ogni parte del mondo. Diverse strade lungo il percorso sono state chiuse e questo ha comportato qualche malumore tra i residenti, ma il tutto si è svolto in un clima di entusiasmo in una fresca ma soleggiata giornata settembrina. I partecipanti si sono radunati all’alba sul lungomare di Cervia: alle 7.30 è partita la gara degli uomini, seguiti dalle donne e dagli age group. La frazione di nuoto è stata la prima, poi è arrivato il momento dei 180 chilometri di bicicletta nell’entroterra tra le province di Ravenna e Forlì-Cesena. La maratona finale ha visto tagliare per primo il traguardo il tedesco Andreas Dreitz, che ha concluso il tracciato dopo circa otto ore di fatiche. “E’ stato il mio primo Ironman – ha dichiarato il vincitore – e non potevo immaginare di meglio”. Tra le donne ha trionfato la britannica Lucy Gossage in nove ore, terza l’italiana Marta Bernardi. La Romagna si prepara già alla prossima edizione che si terrà a settembre 2018. 


RIMINI: Stupri, Butungu pronto a confessare Cronaca

RIMINI: Stupri, Butungu pronto a confessare

Sarebbe pronto a confessare la partecipazione agli stupri di fine agosto, con vittime una giovane polacca e un trans peruviano, e forse altre violenze perpetrate in Riviera. Guerlin Butungu, il congolese detenuto in carcere a Pesaro ritenuto il capobranco del gruppo che ha compiuto le brutali violenze del 26 agosto, incontrerà la prossima settimana gli inquirenti nell’istituto penitenziario marchigiano. Secondo la stampa locale potrebbe ribaltare la propria versione, decidendo di confessare le aggressioni per ottenere uno sconto di pena. In un primo momento, infatti, il giovane straniero aveva dichiarato di dormire durante le violenze, poi aveva affermato di avere solo tenuto fermo il ragazzo polacco mentre gli amici stupravano la turista. 


RAVENNA: Catena di bancomat esplosi, a Glorie i malviventi fuggono a mani vuote | VIDEO Cronaca

RAVENNA: Catena di bancomat esplosi, a Glorie i malviventi fuggono a mani vuote | VIDEO

Terzo assalto a un bancomat nel giro di pochi giorni in Romagna. Dopo gli episodi di Lugo e Forlì, la notte tra sabato e domenica è stato preso di mira lo sportello della Banca Popolare dell’Emilia-Romagna di Glorie di Ravenna, lungo la statale Adriatica. Questa volta il colpo è avvenuto ad un orario inconsueto, intorno alle 23.30. Una banda di tre o quattro persone ha fatto saltare il bancomat con la classica tecnica del gas acetilene, provocando un boato avvertito anche a Mezzano. Secondo le prime ricostruzioni, i malviventi sarebbero però fuggiti a mani vuote a bordo di una piccola utilitaria, la cassetta di sicurezza ha retto l’urto. Immediatamente i residenti hanno dato l’allarme e sul posto sono intervenuti i carabinieri. 


RIMINI: Festa 5 stelle, Di Maio sarà il candidato premier | VIDEO Politica

RIMINI: Festa 5 stelle, Di Maio sarà il candidato premier | VIDEO

Sul palco di Rimini, da neo-eletto candidato primo ministro, l’attuale vice presidente della Camera ha ribadito che quello dei 5 stelle non è un progetto né di destra né di sinistra. E ha detto che il movimento è stato un argine all’astensionismo. 37mila i votanti online sulla piattaforma Rousseau, 30 mila i voti andati al vincitore. Sul fronte interno resta ancora da chiarire la posizione di Roberto Fico e di chi ha manifestato perplessità sull’investitura a capo politico di Di Maio. “Nessuna scissione”, affermano tutti i protagonisti. Ma Fico è rimasto lontano dal palco. Palco che è stato invece solcato anche da Beppe Grillo. Quella di Rimini è stata per lui l’ultima apparizione da leader del movimento. “Me ne vado in pensione”, ha detto cantando. “Ora, Luigi, sono solo cavoli tuoi”.


Notizie recenti