Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

In evidenza

FORLI': Associazione a delinquere, otto custodie cautelari | VIDEO Cronaca

FORLI': Associazione a delinquere, otto custodie cautelari | VIDEO

Le Fiamme Gialle di Forlì stanno eseguendo 8 ordinanze di custodia cautelare, due in carcere e sei arresti domiciliari, nei confronti di un’associazione a delinquere , operante in Italia e all’estero, per numerose attività illecite tra cui abusivismo finanziario, bancarotta fraudolenta e truffe realizzate mediante emissione di garanzie fideiussorie false. Si tratta dell’operazione “Mister James” e gli accertamenti erano partiti nel 2016 e in totale sono stati individuati numerosi soggetti e ramificazioni dell’associazione a delinquere che avrebbe la propria sede nel forlivese ma che attraverso diverse società operava anche in Sicilia, Campania, Lazio e Lombardia.  In base alla ricostruzione della Guardia di Finanza, sembra che l’associazione emettesse false polizze fideiussorie a favore di terzi procurandosi in tal modo illeciti guadagni.  Individuavano società in crisi finanziaria e le acquisivano con società di comodo create ad hoc, stipulavano contratti d’affitto ma poi procedevano alla spoliazione di tutti i beni e li rivendevano a terzi. Ai creditori delle azienda acquisite fornivano poi false garanzie fideiussorie che venivano immesse sul mercato a nome di uno pseudo istituto di credito con sede a Londra e di un istituto realmente operante a Stoccolma, ma all’oscuro delle operazioni. L’attività investigativa ha accertato il pagamento di premi per un capitale garantito di almeno 50 milioni di euro, ma sono in corso accertamenti per altri 150 milioni. Nel mirino dell’associazione ci sarebbe stata anche l’azienda romagnola Olidata, produttrice di pc, il cui menagement aveva però bloccato l’acquisizione dopo aver eseguito riscontri sulla consistenza del fondo. 


RAVENNA: La Procura pronta a interrogare Igor | VIDEO Cronaca

RAVENNA: La Procura pronta a interrogare Igor | VIDEO

La Procura di Ravenna ha chiesto formalmente ai magistrati spagnoli di interrogare Norbert Feher, alias Igor Vaclavic, sull'omicidio del metronotte Salvatore Chianese, 42 anni, morto nella notte tra il 29 e il 30 dicembre 2015 a Fosso Ghiaia, nel comune romagnolo. Si tratterebbe del primo degli omicidi di Igor in Italia a cui sono seguiti quelli del maggio 2017 commessi nelle province di Bologna e Ferrara. Il serbo, detenuto a Saragozza, è stato arrestato a Teruel a metà dicembre – dopo 8 mesi di fuga - per altri tre delitti e due tentati omicidi commessi in Spagna. I pm ravennati, il procuratore Alessandro Mancini e il sostituto Daniele Barberini, attraverso una rogatoria internazionale, hanno chiesto di partecipare all'interrogatorio dell'uomo e di visionare il verbale del sequestro delle armi che 'Igor' aveva con sé in Spagna: il metronotte venne freddato con un colpo di fucile al volto e il killer se n’era andato con la sua arma di ordinanza e il portafoglio. L'omicidio di Chianese, essendo il primo in ordine cronologico, potrebbe far diventare Ravenna la sede processuale per i crimini commessi dall’uomo.


CESENA: Anziana malata si perde e arriva a piedi a Ravenna Cronaca

CESENA: Anziana malata si perde e arriva a piedi a Ravenna

Ha percorso quasi 20 chilometri senza sapere dove si trovasse. E’ successo ieri a Cesena dove i familiari di una donna hanno lanciato l’allarme quando questa, una signora anziana che soffre di Alzheimer, si era allontanata da casa senza fare ritorno. I fatti sono avvenuti attorno alle 19. La donna era uscita di casa per fare una passeggiata accompagnata dal proprio cane ma aveva perso l’orientamento non riuscendo più a tornare indietro. La famiglia ha quindi allertato i soccorsi che hanno subito cominciato le ricerche attorno alla zona di Pievesestina, dove abita la donna. Ricerche che si sono concluse qualche ora dopo quando si è scoperto che l’anziana signora era arrivata a piedi fino a Ravenna e, trovata in stato confusionale, era stata ricoverata all’ospedale cittadino.


RIMINI: Assalto Isis al carcere libico dove è detenuto Giulio Lolli Cronaca

RIMINI: Assalto Isis al carcere libico dove è detenuto Giulio Lolli

Uno scontro armato è avvenuto nella giornata di lunedì a Tripoli in Libia, presso il carcere in cui è detenuto Giulio Lolli, l’imprenditore di Rimini Yatch ricercato per truffa e latitante da otto anni. All’alba un gruppo di miliziani armati ha attacco la struttura carceraria che si trova presso l’aeroporto della città. L’obiettivo sarebbe stato quello di liberare detenuti appartenenti all’Isis o ad Al Qaeda. Nello scontro a fuoco, secondo l’ultimo bilancio, hanno perso la vita venti persone. Sessanta i feriti. Al momento non risultano vittime italiane.


RIMINI: Fuori pericolo moglie dello scooterista morto a S. Giovanni Cronaca

RIMINI: Fuori pericolo moglie dello scooterista morto a S. Giovanni

Risulta essere fuori pericolo Patrizia Morbidini, la 56enne moglie di Giuseppe Pierani, il 61enne che domenica sera ha perso la vita a séguito di un grave incidente avvenuto a San Giovanni in Marignano, nel riminese. I due, residenti nel pesarese, stavano viaggiando a bordo di uno scooter quando è avvenuto l’impatto con un’auto guidata da un 72enne, tutt’ora sotto choc per l’accaduto. Pierani è morto sul colpo. La moglie è parsa da subito molto grave, ma le cure ricevute in questi giorni presso l’ospedale Infermi di Rimini starebbe offrendo segni di miglioramento.


Notizie recenti