Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

In evidenza

RAVENNA: Accusato di aver avuto rapporti con la fidanzata del figlio, guai per un 40enne Cronaca

RAVENNA: Accusato di aver avuto rapporti con la fidanzata del figlio, guai per un 40enne

Avrebbe avuto rapporti con la fidanzatina del figlio per insegnare a quest’ultimo educazione sessuale. E’ accusato di violenza sessuale su una 14enne, un ultraquarantenne di Ravenna. I fatti risalirebbero all’estate del 2015 quando i due ragazzini si sarebbero lasciati e lei, la vittima, avrebbe raccontato tutto dapprima alla madre e poi ai servizi sociali. L’uomo è accusato di aver abusato della fragilità fisica e psicologica della minorenne e di essersi intromesso nel rapporto dei due consigliando persino la visione di filmati pornografici. Le due famiglie, che avevano stretto conoscenza e che si frequentavano, adesso si rivedono alla sbarra. Intanto il figlio dell’uomo è accusato di falsa testimonianza in quanto avrebbe negato tutto.


RAVENNA: Suv pirata investe anziano sulle strisce a Mezzano | VIDEO Cronaca

RAVENNA: Suv pirata investe anziano sulle strisce a Mezzano | VIDEO

E’ stato un suv a investire lunedì 20 alle 17.10 un 78 enne sulla Reale, a Mezzano, in provincia di Ravenna. L’uomo stava attraversando la strada in prossimità delle strisce pedonali, vicino al Bar Reale, quando un suv di colore chiaro, forse marca Honda, lo ha scaraventato sull’asfalto. L’uomo è stato è ricoverato in gravi condizioni al Bufalini di Cesena: il 118 è intervenuto con un’ambulanza e un’auto medicalizzata ed è stato trasportato in codice di massima gravità al nosocomio cesenate. Ancora da stabilire le cause dell’incidente. Pare che l’uomo fosse nelle immediate vicinanze e non sulle strisce pedonali: comunque l’investitore è fuggito in direzione Alfonsine senza fermarsi a soccorrere l’uomo. L’urto è stato talmente violento che sull’asfalto sono rimasti pezzi di carrozzeria dell’auto, probabilmente un’Honda. La polizia municipale sta visionando le telecamere di sorveglianza  degli esercizi commerciali e interrogando i testimoni per stabilire la dinamica dell’incidente.


RIMINI: Ordinanza anti-prostituzione, carcere fino a 3 mesi e controlli fiscali | VIDEO Attualità

RIMINI: Ordinanza anti-prostituzione, carcere fino a 3 mesi e controlli fiscali | VIDEO

Rimini come Firenze. Lo Stato latita nel definire una linea dura contro lo sfruttamento delle donne su strada e le amministrazioni comunali si dotano di nuovi strumenti normativi. Dall’11 dicembre prossimo, sia prostitute che clienti rischieranno fino a tre mesi di carcere e una ammenda fino a 206 euro qualora sorpresi a “porre in essere – si legge nell’ordinanza riminese – comportamenti diretti, in modo non equivoco, a chiedere o accettare prestazioni sessuali a pagamento”. Il regolamento sarà in vigore fino al 30 aprile. Da Natale a Pasqua, dunque, saranno puniti tutti i trasgressori in aree specifiche della città, come i viali delle Regine, la stazione, Borgo Marina e via Tolemaide. Inoltre i segnalati dalla polizia subiranno accertamenti fiscali da parte di Guardia di Finanza e Agenzia delle Entrate. “Lo avevamo annunciato e lo abbiamo fatto”, commenta l’amministrazione comunale, che aggiunge, “è un’ordinanza di contrasto di nuova generazione”. Al sindaco Gnassi arriva il plauso dell’associazione Papa Giovanni XXIII, da anni impegnata nel sostegno alle schiave della strada. “Stiamo assistendo al cambiamento di un paradigma culturale – afferma il presidente Giovanni Paolo Ramonda –. Anche la capitale del divertimento riconosce la corresponsabilità del cliente che sfrutta la condizione di vulnerabilità della donna”. Dubbi sull’ordinanza provengono invece dall’avvocato Massimiliano Orrù che più volte ha difeso le donne. “Difficile pensare che una condotta penale possa venire applicata in una zona e non in altre”, e sostiene che in tal senso servirebbe una riforma costituzionale.


FORLÌ: Aggredisce la compagna e la minaccia con una pistola, allontanato di casa Cronaca

FORLÌ: Aggredisce la compagna e la minaccia con una pistola, allontanato di casa

E’ stata aggredita dal convivente e minacciata con una pistola, così ha denunciato tutto ai carabinieri. Si tratta di una donna di Forlì rimasta vittima della violenza dell’uomo nella serata di venerdì. Secondo il giudice alla base di tutto ci sarebbe la gelosia del compagno, per tale ragione il Tribunale ha stabilito l’allontanamento di lui dal tetto coniugale e il divieto di frequentazione dei luoghi frequentati dalla persona offesa. Sul corpo della donna, inoltre, sono presenti evidenti ecchimosi. I militari hanno recuperato la pistola nella camera da letto della coppia, e nel corso dell’intervento, all’interno di una cassetta di sicurezza, hanno rinvenuto una seconda arma, legittimamente detenuta. Entrambe le pistole e relativo munizionamento sono state sequestrate.


CESENA: Malatesta Novello, il neurochirurgo Servadei “Ecco come è nato il Trauma Center” | VIDEO Attualità

CESENA: Malatesta Novello, il neurochirurgo Servadei “Ecco come è nato il Trauma Center” | VIDEO

La consueta cerimonia del Malatesta Novello, che premia i cesenati distintisi per la loro opera in qualsiasi campo di attività, ha visto quest’anno assegnare i riconoscimenti alla paladina dei diritti delle donne Marisa Marisi, alla memoria del trombettista jazz Marco Tamburini e al neurochirurgo Franco Servadei. Il medico, oggi presidente della Federazione mondiale delle società di neurochirurgia, ha ricordato gli inizi del Trauma Center dell’ospedale Bufalini negli anni ’80.  Le telecamere di Teleromagna hanno ripreso per intero l'evento, che sarà possibile rivedere su TR24 (ch.11) mercoledì alle 21 e sul canale 14 di Teleromagna domenica alle 22.30.


Notizie recenti