Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

In evidenza

RIMINI: Trasferimento questura in estate, Gnassi “Dal ministero silenzio” | VIDEO Attualità

RIMINI: Trasferimento questura in estate, Gnassi “Dal ministero silenzio” | VIDEO

Si trasferirà entro la prossima estate, massimo in autunno, la questura di Rimini presso gli uffici di piazzale Bornaccini che fino a poche settimane fa ospitavano il centro per l’impiego. Quest’ultimo è stato spostato in corso d’Augusto dopo un intervento di ristrutturazione di 700mila euro sostenuto dal Comune su palazzo Palloni. Il sindaco della città precisa: “Solo l’amministrazione comunale ha fino ad oggi fatto qualcosa di concreto per le forze dell’ordine con atti e investimenti, mentre dal ministero tutto tace – dice - sul futuro della sede di via Bassi”. Troppi, per Gnassi, i quesiti a cui ministero, prefettura e capo della Polizia ancora non hanno dato risposta: “Perché l’Inail, che sembrava prossimo ad acquistare la sede di via Bassi, si è sfilato? Perché quella sede che doveva essere venduta a 7 milioni dovrebbe essere acquistata ora a 30?” E ancora, “Perché nessuno ci ha mai fatto vedere un progetto su cosa il ministero intende fare di via Bassi?”


RIMINI: Spaccia marijuana a Borgo Marina, arrestato senegalese Cronaca

RIMINI: Spaccia marijuana a Borgo Marina, arrestato senegalese

I carabinieri di Rimini, hanno arrestato, domenica sera, un 32enne senegalese, da anni residente in città, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. Il 32enne è stato sorpreso a Borgo Marina nel momento in cui vendeva la droga a un giovane del posto. Appena il senegalese ha visto i carabinieri venirgli incontro ha cercato di fuggire in sella alla sua bicicletta. Durante l'inseguimento ha gettato per terra un involucro di cellophane, recuperato in un secondo momento, con dieci grammi di marijuana. Una volta fermato dagli uomini dell'Arma, l’uomo è stato portato in caserma e dichiarato in arresto. Lunedì mattina, durante l'udienza di convalida in tribunale, lo straniero è stato condannato a 6 mesi e 21 giorni di reclusione, con pena sospesa.


RAVENNA: Cade nel fiume con l’auto, i soccorsi la cercano per ore ma lei era a casa sua | VIDEO Cronaca

RAVENNA: Cade nel fiume con l’auto, i soccorsi la cercano per ore ma lei era a casa sua | VIDEO

Preoccupazione ieri sera a Ravenna per una donna di 49 anni di cui si erano perse le tracce dopo che era finita con la propria macchina in un canale. Le ricerche sono andate avanti diverse ore. Peccato che la signora nel frattempo fosse tornata a casa propria.   L’hanno cercata per tutta la notte perché la credevano dispersa o ferita, se non peggio, dopo un incidente d’auto ma lei si trovava tranquillamente a casa sua ignara del tutto. Protagonista della vicenda una donna di 49 anni di Alfonsine, nel Ravennate, che domenica pomeriggio era finita con la propria auto dentro al fiume Reno, mentre percorreva un tratto di strada al confine con la provincia di Ferrara per tornare a casa da una grigliata. A dare l’allarme il compagno, che non vedendola tornare ha percorso la strada a ritroso scoprendo l’incidente. I soccorsi, una volta giunti sul posto, hanno individuato l’automobile, semi sommersa dalle acque, ma della donna al volante nessuna traccia. Sono quindi partite le ricerche, con i vigili del fuoco che hanno fatto arrivare la gru per recuperare il veicolo, le forze dell’ordine a perlustrare il territorio e addirittura i sommozzatori, arrivati da Bologna per scandagliare il letto del fiume. Peccato che la 49enne nel frattempo fosse tornata a casa sua, accompagnata da un’altra signora che passava da quelle parti e che si è offerta di darle uno strappo. Le ricerche sono durate fino quasi alla mezzanotte e si sono concluse proprio per merito dell’altra automobilista che, dopo aver letto delle ricerche su internet, ha telefonato al 112 per sciogliere il malinteso. A quel punto la donna è stata convocata in questura assieme al compagno per chiarire tutta la vicenda. In ogni caso le forze dell’ordine stanno continuando le necessarie verifiche per fare piena luce sull’accaduto e per valutare se ci siano gli estremi per una denuncia nei riguardi della donna.


BOLOGNA: Madre del sottosegretario Candiani buttata a terra da truffatori al Cosmoprof Cronaca

BOLOGNA: Madre del sottosegretario Candiani buttata a terra da truffatori al Cosmoprof

La madre 75enne del sottosegretario agli Interni Stefano Candiani è stata spintonata e fatta cadere a terra da alcuni truffatori che facevano il 'gioco delle tre campanelle' fra gli stand del Cosmoprof alla fiera di Bologna. L'aggressione, di cui danno notizia quotidiani locali, è avvenuta dopo che il figlio Stefano, anche lui presente in fiera visto che la famiglia gestisce un'azienda di packaging, dopo aver invitato i "giocatori" ad allontanarsi, si è messo a filmare il gruppetto con il telefonino. L'anziana cadendo ha battuto la testa a terra riportando un trauma cranico giudicato guaribile in dieci giorni. La Polizia ha poi  individuato l'intero gruppo, composto da cinque persone. Si tratta di due macedoni di 40 e 56 anni, ritenuti autori dell'aggressione, che sono stati denunciati per violenza privata e lesioni personali. Entrambi irregolari, hanno ricevuto anche un provvedimento di espulsione con accompagnamento diretto in frontiera mentre per gli atri tre, un romeno e due macedoni, è scattato un ordine di allontanamento                     


BOLOGNA: Borsa, Hera entra in Ftse Mib Economia

BOLOGNA: Borsa, Hera entra in Ftse Mib

La multiutility Hera ha annunciato l'ingresso nel Ftse Mib, il principale indice di Borsa Italiana, che include i 40 maggiori titoli di Piazza Affari per capitalizzazione, liquidità e volume di scambi. L'ingresso della multiutility è stato determinato, spiega Hera, dal livello di capitalizzazione del flottante e dal controvalore delle azioni scambiate negli ultimi sei mesi, che hanno registrato una crescita del 52% rispetto alla media del 2018. Il nuovo Piano industriale al 2022, fanno sapere dall'azienda, evidenzia un'ulteriore prospettiva di crescita del Margine operativo lordo di oltre 200 milioni tra 2018 e 2022, sostenuto da 3,1 miliardi di investimenti e una generazione di cassa in crescita che garantisce il mantenimento della solidità finanziaria.


Notizie recenti