Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

In evidenza

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 31 decessi e 2575 nuovi positivi Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 31 decessi e 2575 nuovi positivi

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 255.479 casi di positività, 2.575 in più rispetto a ieri, su un totale di 40.148 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 6,4%. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa prima fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni, e le persone dagli 85 anni in su (dal 1^ marzo prenotazioni aperte anche per quelle dagli 80 agli 84 anni). Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 367.049 dosi; sul totale, 133.730 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 1.037 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 438 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 862 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 42,7 anni. Sui 1.037 asintomatici, 534 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 44 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 68 con gli screening sierologici, 10 tramite i test pre-ricovero. Per 381 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 663 nuovi casi, seguita da Modena con 515; poi Rimini (258), Reggio Emilia (229), quindi Ravenna (216).Seguono Cesena (172), Parma (162), Ferrara (122), Forlì (101). Infine, Imola (89) e Piacenza (48). Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 21.692 tamponi molecolari, per un totale di 3.376.900. A questi si aggiungono anche 825 test sierologici e 18.456 tamponi rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.004 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 205.768. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 39.222 (+1.540 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 36.919 (+1.495), il 94% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano 31 nuovi decessi: 4 a Piacenza (3 donne, di 82, 85 e 91 anni, e un uomo di 81); 2 nella provincia di Parma (entrambi uomini, di 76 e 99 anni); 7 nella provincia di Reggio Emilia (2 donne, di 84 e 88 anni, e 5 uomini, rispettivamente di 62, 79, 82, 83, 87 anni); 3 nel modenese (2 donne, di 82 e 86 anni, e un uomo di 83 anni); 9 in provincia di Bologna (5 donne – rispettivamente di 82, 87, 90 e 2 di 91 anni – e 4 uomini, di 71, 79, 82, 85 anni); 1 nel ferrarese (una donna di 84 anni); 4 in provincia di Forlì-Cesena (3 donne, di 82, 94 e 97 anni, e un uomo di 93). Nessun decesso nelle provincie di Ravenna e Rimini. Infine, si segnala il decesso di un uomo di 75 anni a Parma, ma residente a Verona. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 10.489. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 211 (+8 rispetto a ieri), 2.092 quelli negli altri reparti Covid (+37). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 10 a Piacenza (+1), 13 a Parma (+1), 18 a Reggio Emilia (+1), 44 a Modena (invariato), 52 a Bologna (+1), 18 a Imola (+2), 22 a Ferrara (-1), 6 a Ravenna (numero inviato rispetto a ieri), 3 a Forlì (invariato), 8 a Cesena (+2) e 17 a Rimini (+1). Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi:19.855 a Piacenza (+48 rispetto a ieri, di cui 35 sintomatici), 17.553 a Parma (+162, di cui 88 sintomatici), 32.682 a Reggio Emilia (+229, di cui 140 sintomatici), 44.593 a Modena (+515, di cui 383 sintomatici), 52.057 a Bologna (+663, di cui 398 sintomatici), 8.942 casi a Imola (+89, di cui 53 sintomatici), 14.798 a Ferrara (+122, di cui 41 sintomatici), 19.327 a Ravenna (+216, di cui 81 sintomatici), 9.704 a Forlì (+101, di cui 80 sintomatici), 11.670 a Cesena (+172, di cui 109 sintomatici) e 24.298 a Rimini (+258, di cui 130 sintomatici).


EMILIA- ROMAGNA: Vaccino, in due mesi crollano le positività nel personale sanitario (-86%) Attualità

EMILIA- ROMAGNA: Vaccino, in due mesi crollano le positività nel personale sanitario (-86%)

In tutta la Regione Emilia-Romagna  sono già stati immunizzati oltre 90.000 operatori sanitari. Tra questi più del 75% dei medici e quasi il 70% degli infermieri. Si avvicinano ai 20.000 gli ospiti delle CRA che hanno ricevuto le due somministrazioni di vaccino: è Covid-free più del 90% delle strutture. I casi di positività tra gli operatori sanitari sono passati da 720 a 100, registrando quindi un calo dell’86%, le persone assistite nelle strutture socio-sanitarie che hanno contratto il virus sono passate da 2.353 a 782, con una diminuzione pari al 66%. Un risultato significativo se si considera che le nuove positività, sul totale della popolazione, non hanno purtroppo registrato alcuna flessione.


FERRARA: Omicidio Bondeno, resta in carcere il compagno della vittima Cronaca

FERRARA: Omicidio Bondeno, resta in carcere il compagno della vittima

Convalida del fermo e custodia cautelare in carcere: è l’esito dell’udienza per Doriano Saveri, 45 anni, indagato per l’omicidio della compagna Rossella Placati, 50 anni, trovata morta, con una ferita alla testa, lunedì mattina nella casa dove viveva a a Borgo San Giovanni di Bondeno, nel Ferrarese. Il gip di Ferrara ha sciolto la riserva nel tardo pomeriggio dopo l'udienza di convalida. “Valuteremo le motivazioni del giudice e vedremo se impugnare o meno questa decisione”, ha detto l'avvocato Sergio Pellizzola che difende l’indagato. L’uomo, bolognese artigiano edile, davanti al giudici si è avvalso della facoltà di non rispondere. Nei suoi confronti il pm aveva emesso un decreto di fermo all’alba di martedì scorso dopo un interrogatorio fiume. La versione del 45enne era stata ritenuta “contraddittoria e lacunosa” dagli inquirenti. Dal canto suo, l’artigiano edile, incalzato dal pm ha sempre negato ogni responsabilità.


ROMAGNA: Un anno fa il primo contagio di coronavirus | VIDEO Attualità

ROMAGNA: Un anno fa il primo contagio di coronavirus | VIDEO

Un anno fa esatto comunicavamo la notizia del primo contagio di coronavirus in Romagna, si trattava di un ristoratore di Rimini. I dodici mesi successivi hanno cambiato le nostre vite. Li ripercorriamo in questo riassunto.   Dopo il primo caso di coronavirus accertato in Romagna a fine febbraio, è stato il mese di marzo a cambiare definitivamente le nostre vite costringendoci a chiuderci in casa per limitare i contagi. Con l’avvicinarsi della primavera si è provato a ripartire, con non poche difficoltà. L’estate ci ha illuso che il peggio fosse alle spalle, e in alcuni casi si è abbassato molto, troppo la guardia. E la seconda ondata non si è fatta attendere. Sul finire dell’anno, la speranza si è concretizzata in un nome: vaccino. Ma la strada per l’uscita dall’emergenza è ancora irta di insidie.


SAN MARINO: Vaccine Day, somministrato Sputnik a operatori sanitari | VIDEO Attualità

SAN MARINO: Vaccine Day, somministrato Sputnik a operatori sanitari | VIDEO

Ieri si è tenuto anche a San Marino il vaccine-day. Dopo una lunga e tormentata serie di trattative, anche il piccolo Stato può iniziare, ultimo in Europa, la campagna di vaccinazione contro il Covid-19.   Matteo Bedetti, 26 anni, il più giovane infermiere del pronto soccorso dell’Ospedale di San Marino, è stato il primo vaccinato della repubblica che sorge sul monte Titano. Con due mesi di ritardo rispetto al resto d’Europa, si è celebrato anche a San Marino giovedì il vaccine day, e le prime somministrazioni di un vaccino anti-Covid hanno coinvolto gli operatori sanitari. Il siero impiegato è il russo Sputnik, non ancora approvato dall’Agenzia europea del farmaco, perché la Russia non ha fatto domanda di approvazione in Europa. Sull’autorevole rivista scientifica The Lancet, è stato invece accettato lo studio che rivela la sicurezza e l’efficacia di questo vaccino. L’obiettivo ora è di vaccinare 400 persone al giorno fino al raggiungimento di almeno il 70% di copertura.


Notizie recenti