Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

In evidenza

EMILIA-ROMAGNA: Covid, 1.350 nuovi positivi in un giorno e dieci decessi Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, 1.350 nuovi positivi in un giorno e dieci decessi

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 466.182 casi di positività, 1.350 in più rispetto a ieri, su un totale di 39.034 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 3,4%. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, estesa a tutti i cittadini sopra i 12 anni di età. Il conteggio progressivo delle somministrazioni di vaccino effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quanti sono i cicli vaccinali completati e le dosi aggiuntive somministrate. Tutte le informazioni sulla campagna: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/ Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente 7.616.523 dosi; sul totale sono 3.568.204 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Le terze dosi sono 689.444.  Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 659 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 438 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 391 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 39,3 anni. Sui 659 asintomatici, 308 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 7 con lo screening sierologico, 29 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 10 tramite i test pre-ricovero. Per 305 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 424 casi; seguono Modena, (191), Rimini (161) e Ferrara (150); poi Cesena (106), Piacenza (85) e Reggio Emilia (75); quindi Ravenna (68) e Forlì (55); infine Imola (22) e Parma con 13 casi.  Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. È poi disponibile il report quindicinale sull’andamento dell’epidemia in Emilia-Romagna riferito all’ambito scolastico al link https://bit.ly/3dqon6j. In particolare, i dati sono relativi a tutti i contagi che, sul territorio regionale, hanno interessato a partire dal 13 settembre 2021, inizio delle scuole, fino al 5 dicembre 2021, studenti/alunni di servizi educativi 0-3 anni, scuole per l’infanzia, scuole primarie di I grado, scuole secondarie di I e II grado: 8.299 casi tra studenti e alunni, il 18,4% di quelli complessivi in regione nel periodo considerato (45.189). Inoltre, il report fotografa la situazione contagi fra docenti e personale scolastico: complessivamente 1.029 nuovi casi (2,3%). Mentre il report con l’andamento settimanale dell’epidemia in regione è disponibile al link https://bit.ly/3pBf1u4. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 22.198 tamponi molecolari, per un totale di 6.749.159. A questi si aggiungono anche 16.836 tamponi rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 535 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 425.433. I casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 26.898 (+805). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 26.010 (+771), il 96,7% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano dieci decessi: uno in provincia di Piacenza (un uomo di 71 anni), uno in provincia di Parma (un uomo di 97 anni); uno in provincia di Reggio Emilia (un uomo di 95 anni); due nella provincia di Ferrara (una donna di 88 anni e un uomo di 92 anni); uno nella provincia di Ravenna (un uomo di 59 anni) e tre nella provincia di Forlì-Cesena (un uomo di 78 anni e due donne di 71 e 92 anni, tutti residenti nel cesenate); infine un decesso, registrato dall’Ausl di Piacenza, riguarda una donna di 52 anni residente fuori regione. Nessun decesso nelle province di Modena, Bologna e Rimini. In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 13.851. Sale il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva (81, +6 rispetto a ieri); 807 quelli negli altri reparti Covid (+28). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 2 a Piacenza (invariato rispetto a ieri); 4 a Parma (+1); 4 a Reggio Emilia (+1); 9 a Modena (+3); 22 a Bologna (+1); 4 a Imola (invariato); 9 a Ferrara (invariato); 17 a Ravenna (invariato); 4 a Forlì (invariato); 6 a Rimini (+1). Nessun ricovero a Cesena (-1 rispetto a ieri). Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 27.930 a Piacenza (+85 rispetto a ieri, di cui 56 sintomatici), 34.511 a Parma (+13, di cui 3 sintomatici), 54.030 a Reggio Emilia (+75, di cui 55 sintomatici), 77.025 a Modena (+191, di cui 65 sintomatici), 97.601 a Bologna (+424, di cui 232 sintomatici), 15.329 casi a Imola (+22, di cui 12 sintomatici), 28.491 a Ferrara (+150, di cui 59 sintomatici), 38.762 a Ravenna (+68, di cui 42 sintomatici), 21.870 a Forlì (+55, di cui 43 sintomatici), 24.529 a Cesena (+106, di cui 33 sintomatici) e 46.104 a Rimini (+161, di cui 91 sintomatici).


EGITTO: Colpo di scena al processo, Patrick Zaki verrà scarcerato Cronaca

EGITTO: Colpo di scena al processo, Patrick Zaki verrà scarcerato

Lo studente egiziano Patrick Zaki sarà scarcerato "anche se non è stato assolto" dalle accuse: lo hanno riferito alcuni avvocati al termine dell'udienza a Mansura che si  tenuta oggi. La terza da quando il giovane studente dell’università di Bologna è stato arrestato, ormai 22 mesi fa. La prossima udienza si terrà a febbraio, nel frattempo però Zaki potrà attendere l’esito del processo fuori dal carcere. "Abbiamo appreso la decisione della rimessa in libertà ma non abbiamo altri dettagli al momento", ha spiegato la legale del giovane. "Un enorme sospiro di sollievo perché finisce il tunnel di 22 mesi di carcere e speriamo che questo sia il primo passo per arrivare poi ad un provvedimento di assoluzione". Così Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia, commenta  la notizia della scarcerazione di Patrick Zaki al termine dell'udienza odierna in Egitto, anche se non assolto dalle accuse che lo riguardano. "L'idea che Patrick possa trascorrere dopo 22 mesi una notte in un luogo diverso dalla prigione ci emoziona e ci riempie di gioia. In oltre dieci piazze italiane questa sera scenderemo con uno stato d'animo diverso dal solito e più ottimista”


E-R: Sciopero generale, la Romagna andrà a Roma e l’Emilia a Milano | VIDEO Attualità

E-R: Sciopero generale, la Romagna andrà a Roma e l’Emilia a Milano | VIDEO

Cgil e Uil hanno proclamato lo sciopero generale contro la nuova legge di bilancio, che si terrà giovedì 16 dicembre. Ne abbiamo parlato col segretario della Cgil Emilia-Romagna Luigi Giove. Fisco, pensioni, scuola, lavoro, salute, politiche industriali e contrasto alla precarietà. E’ una critica a 360 gradi quella mossa da Cgil e Uil contro la manovra di bilancio che il governo si sta affrettando a far approvare dal parlamento in tempo per le feste di natale. I due sindacati hanno proclamato lo sciopero generale per giovedì 16 dicembre. “Pur apprezzando lo sforzo e l'impegno del Premier Draghi e del suo Esecutivo – scrivono in un comunicato -  la manovra è stata considerata insoddisfacente” INTERVISTA NEL VIDEO



EMILIA-ROMAGNA: Natale, commercianti fiduciosi, a dicembre il 40% del fatturato | VIDEO Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Natale, commercianti fiduciosi, a dicembre il 40% del fatturato | VIDEO

A poco più di due settimane dall’arrivo del Natale i commerciati si mostrano fiduciosi, anche grazie alle numerose iniziative messe in campo nei centri storici. Siamo andati a Ferrara per fare il punto con il presidente provinciale di Ascom Confcommercio. L’arrivo dell’8 dicembre segna un periodo fondamentale per il commercio al dettaglio, che dopo le difficoltà del 2020 quest’anno torna a sperare. Le vendite in occasione delle festività natalizie si rivelano cruciali, e hanno un peso che si aggira intorno al 40% sul fatturato dell’intero anno. Secondo i calcoli dell’Ufficio Studi Confcommercio, quest’anno la spesa media pro capite per i regali di Natale si attesterà intorno ai 160 euro; 76 i miliardi che spenderanno gli italiani in beni e servizi, circa 10 in più rispetto allo scorso anno. Fondamentali anche le iniziative collaterali, organizzate da enti e amministrazioni comunali, con l’obiettivo di popolare le vie dei centri.


Notizie recenti