Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

In evidenza

RIMINI: Due turiste vittime di un'aggressione sessuale nella notte Cronaca

RIMINI: Due turiste vittime di un'aggressione sessuale nella notte

Un'aggressione sessuale si sarebbe verificata nella notte a Rimini. Due giovani turiste attorno all'una stavano passeggiando sul lungomare quando sarebbero state aggredite da un uomo, si sospetta un cittadino straniero, che avrebbe tentato di abusare di una delle due. Non ci sarebbe stato uno stupro ma la vittima è stata ricoverata in ospedale e poi dimessa con una prognosi di 20 giorni. I carabinieri avrebbero eseguito un fermo nell'immediatezza dei fatti.


ROMAGNA: Perizia su E45, Baccini alla procura "Guardate fuori dalla finestra" | VIDEO Attualità

ROMAGNA: Perizia su E45, Baccini alla procura "Guardate fuori dalla finestra" | VIDEO

È dall’inizio del 2019 che il transito sull’E45 nei pressi del ponte Puleto è vietato ai mezzi pesanti per le ipotizzate criticità strutturali dell’infrastruttura. “Un danno economico che non è più sostenibile”, come afferma il sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini che si fa portavoce dei disagi del territorio attraverso un incontro ottenuto con il procuratore capo di Arezzo, Roberto Rossi, per avere chiarimenti sui tempi delle indagini. “Se si tratta di emergenza nazionale per il quale il governo ha stanziato 10 milioni di aiuti, non si capisce perché per una perizia sono stati assegnati tre mesi. La nostra richiesta alla procura è quella di accelerare i tempi, no non solo per la perizia, ma anche per l’iter successivo ad essa”, così Baccini ai microfoni di TR24. Che aspettative ha il sindaco dalla procura di Arezzo. “Dobbiamo far capire alla magistratura che c’è un mondo là fuori che lavora e che sta subendo danni per questa chiusura. Bisogna guardare fuori dalla finestra dell’ufficio, sentirsi caricati di una responsabilità verso cittadini e imprese per ritornare alla normalità”.


LUGO: Garage in fiamme a Massa Lombarda, i vigili del fuoco trovano un cadavere | VIDEO Cronaca

LUGO: Garage in fiamme a Massa Lombarda, i vigili del fuoco trovano un cadavere | VIDEO

L'allarme ai vigili del fuoco, in un caldo pomeriggio di giugno, per le fiamme viste uscire da un garage di via Piave a Massa Lombarda, nel Ravennate, è divenuto invece il drammatico ritrovamento di un corpo carbonizzato. Verso le 17 di domenica i pompieri sono arrivati sul posto per domare quello che si è presentato loro come un piccolo incendio che lambiva il box di un'abitazione in vendita. Spente però le fiamme i vigili del fuoco hanno trovato il corpo di un 44enne, proprietario del garage. A quel punto sono arrivati carabinieri con la scientifica per fare luce sull'accaduto. Al momento non viene scartata nessuna ipotesi ma di certo sembra esserci che l'uomo, conosciuto in paese, non avesse manifestato alcun tipo di problema e si ipotizza quindi una tragedia, forse mentre stava lavorando nel box. Era conosciuto ed apprezzato a Massa Lombarda


RAVENNA: Sparisce una frase, mistero sulla petizione di Piazza Kennedy | VIDEO Attualità

RAVENNA: Sparisce una frase, mistero sulla petizione di Piazza Kennedy | VIDEO

È mistero, a Ravenna, sulla petizione lanciata un anno fa dalla vicecapogruppo della Lega in consiglio comunale Rosanna Biondi su piazza Kennedy. Come scrive Il Corriere di Romagna, infatti, la petizione, con la quale in sostanza si richiede il rilancio della piazza dopo l’eliminazione, due anni fa, dello storico parcheggio, è stata dichiarata nulla in commissione consiliare perché parte del contenuto è stato depennato quando le firme – circa 400 – erano già state raccolte. L’esponente del Carroccio ha fornito versioni discordanti, prima ammettendo di avere commesso una ingenuità modificando una parte di testo, poi parlando dell’ipotesi che qualche mano misteriosa sia intervenuta a cancellare, in particolare, la parte in cui si chiede “una piazza di mercato anche rionale”. Il segretario generale del Comune Paolo Neri, dal canto suo, ha detto che avvierà delle indagini per capire cosa sia successo esattamente.   


EMILIA-ROMAGNA: Poste Italiane, un mese di sciopero per le prestazioni straordinarie Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Poste Italiane, un mese di sciopero per le prestazioni straordinarie

Il personale di Poste Italiane Spa ha proclamato lo sciopero di ogni prestazione straordinaria ed aggiuntiva in Emilia-Romagna dal 18 giugno al 17 luglio 2019.  Lo ha reso noto il sindacato lavoratori comunicazione della Cgil regionale. Oggetto del conflitto, proseguono nel comunicato, sono le tematiche che non possono essere rimandate a lungo come la carenza di personale nei settori del recapito, della logistica e negli uffici postali, il mancato rispetto dell’orario di lavoro con straordinari non pagati ed esternalizzazione di servizi di trasporto al Cmp. Per queste ragioni come SLC CGIL, chiude il comunicato, saranno indette a livello regionale assemblee in tutti i luoghi di lavoro a sostegno della vertenza in atto.


Notizie recenti