Guarda Teleromagna canale 14

In evidenza

ROMAGNA: Pienone per il Ferragosto, ma niente sold-out | VIDEO Attualità

ROMAGNA: Pienone per il Ferragosto, ma niente sold-out | VIDEO

“È stata una estate record per il turismo italiano”, ha dichiarato il ministro Massimo Garavaglia alla vigilia del capodanno dell’estate. Il weekend lungo di Ferragosto ha fatto accelerare il turismo. Per il ponte di quattro notti tra il 12 ed il 16 agosto è stato riservato in Italia il 91% delle camere disponibili sulle principali piattaforme online, con punte del 96% per le località balneari. Questo secondo i dati di Assoturismo Confesercenti. Bene anche la Romagna, che per il tasso di occupazione viene però battuta dalle riviere di Ponente e Levante liguri e dalla costiera Amalfitana. Strade e spiagge sono state popolate di turisti, anche se gli operatori del settore si aspettavano qualcosa di più. Molti italiani hanno preferito andare all’estero, come non facevano dal 2019, prima della pandemia. Sono però tornati in Rivera molti turisti, specie dai Paesi di lingua tedesca, ma anche da Francia, Olanda, Belgio e dai Paesi dell’Est, che hanno soppiantato i russi. Nei numeri potrebbe avere inciso negativamente, secondo i balneari, la polemica dei batteri in mare, condizione perfettamente rientrata nei parametri. Ma la Romagna ha saputo regalare come sempre grandi emozioni. Ne è un esempio la riuscita iniziativa riccionese delle ‘Albe in controluce’ fra cui il concerto di Diodato alla 6 del mattino di domenica che, al levar del sole, ha richiamato tremila appassionati.


BOLOGNA: Ventenne massacrato a Crotone, è grave in ospedale Cronaca

BOLOGNA: Ventenne massacrato a Crotone, è grave in ospedale

Picchiato selvaggiamente da un coetaneo che lo ha ridotto in fin di vita forse per uno sguardo di troppo ad una ragazza. E' accaduto qualche giorno fa a Crotone a Davide Ferrerio, di 20 anni, di Bologna ma con origini crotonesi è ricoverato in gravi condizioni nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale Pugliese Ciaccio di Catanzaro. Il presunto aggressore, Nicolò Passalacqua, di 22 anni, è stato individuato e arrestato da distanza di poche ore, dalla Squadra mobile. Il gip crotonese , a seguito dell'interrogatorio di garanzia, ne ha convalidato l'arresto. Il ragazzo che inizialmente era accusato di lesioni, mentre adesso dovrà rispondere di tentato omicidio, ha fatto scena muta davanti al giudice. Non sono chiare le motivazioni del pestaggio. Di certo la furia dell'aggressore si è scatenata sulla vittima con tale violenza da provocare un trauma cranico e altre lesioni. La madre del ragazzo aggredito, che in un primo tempo non si è resa conto che si trattava del figlio, ha assistito dalla finestra dell'abitazione alla scena dei soccorritori che caricavano il figlio su un'ambulanza. "Non ero convinta che fosse lui; l'ho riconosciuto dai vestiti. Mi ha detto 'ti voglio bene mamma', e poi si è accasciato". La vicenda ha destato sconcerto e riprovazione a Crotone. Il presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto ha parlato di "episodio inaccettabile" e ha annunciato la volontà dell'ente di "costituirsi parte civile nei procedimenti che ne scaturiranno". Per Davide, tifosissimo del Bologna, è giunto l'incoraggiamento a "svegliarsi presto" di Sinisa Mihailovich che lo ha invitato, una volta rimessosi, ad assistere agli allenamenti e allo stadio. E' intervenuto anche Pierferdinando Casini che ha chiesto che il Bologna giochi per lui nella partita con la Lazio. Ma i casi di movida violenta ormai non si contano un po' in tutta la penisola. L'ultimo episodio è accaduto a Olbia dove in una rissa scatenatasi in spiaggia qualcuno ha tirato fuori un coltello e ha sferrato un fendente ad un trentacinquenne che ora versa in gravi condizioni nell'ospedale della città. La persona ferita si trovava in spiaggia e ha avvicinato un gruppetto di ragazzi poco distante iniziando a discutere con loro. La lite, forse a causa dell'abuso di alcol, è degenerata in un accoltellamento. Il trentacinquenne è in prognosi riservata. I carabinieri della Compagnia di Olbia hanno avviato le indagini per risalire alle persone coinvolte.


ROMAGNA: Liscio patrimonio Unesco, aumenta il sostegno all'iniziativa Attualità

ROMAGNA: Liscio patrimonio Unesco, aumenta il sostegno all'iniziativa

Dopo il sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad, che aveva espresso il plauso per la proposta di candidare il ballo del liscio romagnolo quale patrimonio mondiale immateriale Unesco lanciata dal cantautore Morgan, arriva l'adesione di AudioCoop. Si tratta della prima associazione nazionale di editori e produttori discografici indipendenti che raduna 250 piccole realtà produttive musicali tra le quali almeno il 25% si occupa di produzioni di artisti regionali: dal Liscio in Romagna alla Taranta in Puglia. Ad appoggiare l’iniziativa i grandi nomi del Liscio come 'Moreno Il Biondo', 'Roberta Cappelletti' e 'La Storia di Romagna' oltre a Renzo Arbore e Riccarda Casadei, - figlia di Secondo Casadei, autore della celebre 'Romagna Mia'.


EMILIA-ROMAGNA: Covid, 1.610 nuovi casi e 6 decessi Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, 1.610 nuovi casi e 6 decessi

Sono 1.610, a fronte di 8.178 tamponi eseguiti, i nuovi casi di positività al coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Emilia-Romagna dove si segnala un lievissimo rialzo dei ricoveri in terapia intensiva, cresciuti di 2 unità a quota 36 e quelli negli altri reparti Covid, cresciuti di 4 unità a quota 1.240. I casi attivi, cioè i malati effettivi, sono 33.689 - 1.671 in meno rispetto a ieri -: il 96,2% in isolamento a casa con sintomi lievi o privo di sintomi. Le persone guarite sono 3.275 in più di ieri e raggiungono quota 1.743.432 mentre si registrano 6 decessi tra cui quello di un 65enne nel Modenese. In totale, dall'inizio dell'epidemia, le morti in regione sono state 17.722. 


RAVENNA: Giovane lasciato fuori dal locale, “Non c’entra colore della pelle” Cronaca

RAVENNA: Giovane lasciato fuori dal locale, “Non c’entra colore della pelle”

Sarebbe stato lasciato fuori da un locale di Marina di Ravenna teatro dell'esibizione di uno dei suoi cantanti preferiti, Capo Plaza, perché lui 16enne emiliano-romagnolo di origine etiope, è di colore. Ma dal locale negano ogni accusa di discriminazione. I fatti risalgono al 12 agosto. La madre, attraverso l’associazione ‘Mamme per la pelle’, ha presentato un esposto in procura. Il 16enne sarebbe stato l’unico ragazzo di colore del gruppo di amici e l’unico a non poter entrare. “Non c’entra nulla il colore della pelle”, ma perché “inserito in una lista di soggetti che hanno creato problemi al locale” in passato, replicano dal locale che intende querelare per diffamazione.


Notizie recenti