Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

In evidenza

RIMINI: Entra in A14 in monopattino e percorre 10 km, “Ho un colloquio a Cesena” Attualità

RIMINI: Entra in A14 in monopattino e percorre 10 km, “Ho un colloquio a Cesena”

In autostrada con il monopattino elettrico. È la curiosa vicenda accaduta questa mattina a Rimini, protagonista un 20enne riminese. Alla centrale operativa della polizia stradale diversi automobilisti hanno segnalato la presenza del giovane che percorreva la corsia di emergenza dell’autostrada A14 in direzione Bologna, subito dopo il casello di Rimini nord. La polizia autostradale di Forlì ha intercettato il ragazzo poco prima dell’area di servizio Rubicone est. Il conducente ha percorso l’autostrada in monopattino, per circa 10 chilometri, sostenendo di doversi recare a Cesena per un colloquio di lavoro e di aver imboccato l’autostrada per poter arrivare in orario. Dopo gli accertamenti di rito il 20enne è stato sanzionato per aver circolato in autostrada con veicolo non ammesso ai sensi del codice della strada, ed il veicolo è stato sequestrato per i dovuti accertamenti.


EMILIA-ROMAGNA: Dal 1° ottobre tornano le limitazioni alla circolazione anti-smog | VIDEO Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Dal 1° ottobre tornano le limitazioni alla circolazione anti-smog | VIDEO

Con l’avvicinarsi dell’inverno si ripresenta il problema delle polveri sottili e dell’inquinamento. Dal prossimo primo ottobre, quindi, in Emilia-Romagna, tornano le limitazioni alla circolazione previste per la lotta allo smog nella stagione invernale. E' quanto stabilito da un'ordinanza firmata dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini.  Le misure saranno applicate in due passaggi diversi: da subito si confermano i blocchi già in vigore nella scorsa stagione. Nel dettaglio dal primo ottobre al 10 gennaio non potranno circolare i veicoli benzina pre-euro ed euro 1, diesel fino a euro 3 compreso, cicli e motocicli pre-euro,  nei 31 Comuni del Pair 2020: quelli con più di 30.000 abitanti e l'agglomerato urbano di Bologna. Le misure si applicano dal lunedì al venerdì, dalle 8,30 alle 18,30 e nelle domeniche ecologiche, che saranno 2 al mese, stabilite con ordinanza dei sindaci. Dal primo ottobre al 31 marzo 2021, ancora, è in vigore lo stop all'utilizzo di caminetti aperti e delle stufe a legna o pellet per il riscaldamento domestico di classe 1 e 2 stelle negli immobili civili in cui è presente un sistema alternativo di riscaldamento domestico, che si trovino in tutto il territorio regionale sotto i 300 metri di altitudine. Scattano, inoltre, le "misure emergenziali" quando si supera il limite di PM10 per 3 giorni consecutivi. In questo caso, si applica una serie di misure aggiuntive dal giorno seguente a quello di controllo compreso.


RAVENNA: Anniversario dantesco, Lauro a Antonio Patuelli Attualità

RAVENNA: Anniversario dantesco, Lauro a Antonio Patuelli

La basilica di San Francesco, a Ravenna, dove si svolsero i funerali di Dante nel 1321, è stata lo sfondo per la consegna del Lauro dantesco ad honorem a Antonio Patuelli e un secondo alla memoria a Benedetto Croce. Due figure importanti per la valorizzazione dell’identità dantesca di Ravenna. Un riconoscimento a Patuelli per lo studio, le iniziative, le proposte e l’impegno per la nascita del polo dantesco. A ritirare il premio per Croce è stata la nipote del filosofo Benedetta Craveri.


EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, al via studio per produrre plasma iperimmune Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, al via studio per produrre plasma iperimmune

Al via in Emilia-Romagna uno studio di fattibilità per la produzione di plasma iperimmune da pazienti e donatori che hanno contratto l’infezione da SARS-CoV-2 sviluppando poi gli anticorpi. "L’immunoterapia passiva - spiega l'ente regionale in una nota - effettuata con l’impiego del plasma dei pazienti guariti - definito plasma iperimmune o 'convalescent plasma' - potrebbe infatti rappresentare un approccio da tenere in considerazione nel trattamento delle infezioni da SARS-CoV-2, sulla base delle esperienze maturate in altri paesi, tra cui Cina e Stati Uniti". Il protocollo, predisposto dal centro regionale sangue e dall’agenzia sanitaria e sociale insieme all’assessorato alle politiche per la salute, arruolerà, su base volontaria, due gruppi di persone: i pazienti che hanno sviluppato l’infezione in tempi recentissimi,  precedentemente ospedalizzati o in quarantena fiduciaria a domicilio e attualmente  guariti; e i donatori  periodici  volontari di plasma, che hanno contratto l’infezione in forma asintomatica  o paucisintomatica,  individuati tra coloro che si presentano per l’aferesi - cioè la donazione mirata, solo di alcune componenti del sangue, come il plasma - periodica.


CERVIA: Le Sardine lanciano crowfounding per comprare una nave per salvare i migranti | VIDEO Attualità

CERVIA: Le Sardine lanciano crowfounding per comprare una nave per salvare i migranti | VIDEO

L’associazione ResQ ha lanciato ieri sera a Cervia una campagna di raccolta fondi per comprare una nave da mettere in mare per salvare i migranti. Con loro c’era anche la sardina Mattia Santori. “Se fossi io li ad affogare vorrei che qualcuno mi salvasse” Luciano Scalettari usa le parole del presidente di ResQ, l’ex magistrato Gherardo Colombo, per spiegare, con grande semplicità, perché c’è bisogno di attivarsi per salvare la gente che annega in mare cercando di raggiungere l’Italia. L’associazione milanese ha lanciato venerdì sera, sul porto canale di Cervia, una campagna di raccolta fondi per mettere in mare una barca che, così come fa già la Mare Jonio di Mediterranea, andrà a soccorrere le persone in difficoltà. Con loro gli artisti del Festival del Internazionale dell’Aquilone, che hanno donato un salvagente firmato e decorato dai diversi ospiti provenienti da tutta Europa. 1 milione e 100mila euro la cifra minima per far partire il progetto. “L’idea è che un pezzo della società civile italiana che non ci sta più a stare ferma metta in mare questa nave – spiega Scalettari – E’ un dovere che noi sentiamo come morale ma è anche un dovere del diritto del mare, di salvare le persone in difficoltà” Con loro a Cervia c’era anche Mattia Santori, le Sardine approvano il progetto: “A noi piacciono le iniziative ambizione e questa lo è – dice Santori – abbiamo conosciuto ResQ questa estate, ci hanno presentato il loro progetto e cercheremo di essere a nostro modo un rinforzo perché è meglio una barca in più che una in meno”


Notizie recenti