Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

In evidenza

RAVENNA: Omicidio Ilenia, l'ex marito rinuncia all'eredità Cronaca

RAVENNA: Omicidio Ilenia, l'ex marito rinuncia all'eredità

Claudio Nanni, il 53enne in carcere a Ravenna con l'accusa di essere il mandante dell'omicidio a Faenza dell'ex moglie 46enne Ilenia Fabbri, ha espresso la volontà di rinunciare alla sua parte di eredità. Lo conferma all' Agi il suo legale Francesco Umberto Furnari. Si tratta in particolare della casa di via Corbara dove all'alba del 6 febbraio la donna è stata ammazzata con una coltellata alla gola. In carcere, come esecutore materiale del delitto, si trova Pierluigi Barbieri, detto 'lo zingaro', che ha confessato di averla uccisa raccontando di essere stato ingaggiato dal Nanni con la promessa di ricevere 20mila euro e un'auto usata. Tesi rigettata dal 53enne che invece sostiene di aver corrisposto al Barbieri duemila euro ma solo allo scopo di farle paura. "Il mio assistito è molto giù di morale", dice l'avvocato Furnari. Ora l'eredità della donna potrebbe essere devoluta esclusivamente alla figlia Arianna che quella mattina si trovava in auto col padre poiché diretti in Lombardia per l'acquisto di un'auto. Tra l'uomo e la donna erano in corso cause legali per motivi economici dovuti alla separazione.


EMILIA-ROMAGNA: Vaccini, oltre 81mila già prenotati tra 60 e 64 anni Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Vaccini, oltre 81mila già prenotati tra 60 e 64 anni

Sono più di 81mila, un terzo del target complessivo, i cittadini emiliano-romagnoli tra i 60 e i 64 anni che alle 18 di oggi hanno già fissato l’appuntamento, con data, luogo e ora, per la loro vaccinazione contro il Coronavirus. E oltre mille di loro, nati tra il 1957 e il 1961, hanno già ricevuto la prima dose: è successo a Bologna, in Romagna e a Ferrara, mentre nelle altre aziende sanitarie le inoculazioni partiranno nei prossimi giorni. Le 81.068 prenotazioni sono avvenute attraverso i diversi canali disponibili, dagli sportelli Cup alle farmacie che effettuano servizio Cup, dal Fascicolo Sanitario Elettronico all’App ER Salute, dal CupWeb al telefono, e nonostante il numero elevato di richieste non risultano particolari segnalazioni di disservizi o difficoltà nel sistema regionale di prenotazione. Le prenotazioni effettuate sono così suddivise: 3.945 sono state a Piacenza, 7.431 a Parma, 7.188 a Reggio Emilia, 13.177 a Modena, 20.893 a Bologna, 3.328 a Imola, 6.344 a Ferrara e 18.762 nelle province di competenza dell’Ausl della Romagna, cioè Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini (Forlì 3.063, Cesena 3.734; Ravenna 7.164; Rimini 4.801) “Gli emiliano-romagnoli vogliono tornare alla normalità il prima possibile, e sono consapevoli che il vaccino è l’unica via- afferma l’assessore alle Politiche per la salute, Raffaele Donini-. Quindi non possiamo che accogliere con soddisfazione questo importante numero di prenotazioni. È un segnale di fiducia nei confronti della nostra sanità, che anche oggi ha risposto presente gestendo tutte le richieste senza creare alcun disguido ai cittadini. E, soprattutto, il sistema sanitario regionale è pronto ad accelerare ancora di più, anche oltre i target indicati dal Governo che già riusciamo a soddisfare, non appena un numero maggiore di dosi fornite ce lo permetterà”. Da domani si aprono anche le agende per i cittadini tra i 51 e i 59 anni (quindi anni di nascita dal 1962 al 1970) che rientrano nella cosiddetta “categoria 4”. Si tratta delle “persone con comorbidità di età inferiore ai 60 anni, senza quella connotazione di gravità riportata per i soggetti estremamente vulnerabili”, indicate come prioritarie dal Piano vaccinale, e saranno direttamente le Aziende sanitarie a contattarle per fissare l’appuntamento, senza quindi che i circa 120mila interessati in regione debbano rivolgersi ai tradizionali canali di prenotazione. L’elenco delle patologie previste dal piano nazionale per la “categoria 4” è in ogni caso consultabile sul sito della Regione http://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it. Inoltre, dopo il via libera della Struttura commissariale nazionale di ieri, in questi giorni ripartono le prenotazioni anche per il personale scolastico e universitario, le cui vaccinazioni erano state sospese per dare temporaneamente la priorità ad anziani e fragili. Come prenotare Per prenotare si possono utilizzare i consueti canali disponibili: recarsi agli sportelli dei Centri Unici di Prenotazione (Cup), o nelle farmacie che effettuano prenotazioni Cup; online attraverso il Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse), l’App ER Salute, il CupWeb (www.cupweb.it); oppure telefonando ai numeri previsti nella Usl di appartenenza per la prenotazione telefonica. All’atto della prenotazione, al cittadino vengono comunicati data, ora, luogo dove recarsi e tutte le ulteriori informazioni necessarie. Per prenotarsi non serve la prescrizione medica: bastano i dati anagrafici - nome, cognome, data e comune di nascita - o, in alternativa, il codice fiscale. Sul sito della Regione http://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it tutte le informazioni dettagliate sulle fasce di età e di categoria per cui sono aperte le vaccinazioni e le modalità di prenotazione.


ROMA: Vaccini, Commissario Figliuolo "al via da lunedì le prenotazioni per over 50" Attualità

ROMA: Vaccini, Commissario Figliuolo "al via da lunedì le prenotazioni per over 50"

Il Commissario per l'Emergenza Francesco Paolo Figliuolo ha annunciato che "a partire da lunedì prossimo partiranno le prenotazioni in tutta Italia per le vaccinazioni degli over 50, dunque per tutti coloro che sono nati fino al 1971". Si tratterà di un'apertura "graduale" resa possibile "dal buon andamento delle somministrazioni su scala nazionale delle categorie prioritarie, over 80 e fragili, riportate nell'ordinanza n. 6 del 9 aprile 2021".


EMILIA-ROMAGNA: Covid, 19 decessi e 824 nuovi positivi Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, 19 decessi e 824 nuovi positivi

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 373.632 casi di positività, 824 in più rispetto a ieri, su un totale di 30.249 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 2,7%. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, in maggioranza già immunizzati, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni, e le persone dai 65 anni in su, mentre da oggi sono aperte le prenotazioni anche per i 60-64enni, con le prime somministrazioni effettuate in giornata. Il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quante sono le seconde dosi somministrate. Tutte le informazioni sulla campagna vaccinale: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/. Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 1.819.537 dosi; sul totale, 615.094 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 350 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 382 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 485 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 38,3 anni. Sui 350 asintomatici, 266 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 29 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 30 con gli screening sierologici, 2 tramite i test pre-ricovero. Per 23 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 183 nuovi casi, seguita da Parma (140) e Bologna (134); poi Rimini (75), Ravenna (67) e Reggio Emilia (57); quindi Forlì (41), Cesena (38) e Ferrara (36); infine Piacenza (27) e il Circondario Imolese (26). Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 18.426 tamponi molecolari, per un totale di 4.488.151. A questi si aggiungono anche 11.823 tamponi rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 367in più rispetto a ieri e raggiungono quota 321.141. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 39.515 (+438 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 37.845 (+524), il 95,7% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano 19 nuovi decessi: 1 a Parma (un uomo di 88 anni); 3 nella provincia di Reggio Emilia (tutti uomini, di 57, 69 e 79 anni); 4 nella provincia di Modena (una donna di 86 anni e tre uomini di 71, 76, e 93 anni); 3 in provincia di Bologna (due donne, di 79 e 92 anni, e un uomo di 86); 3 nel ferrarese (tutte donne, due di 83 e una di 84 anni); 1 in provincia di Ravenna (un uomo di 63 anni); 3 in provincia di Forlì-Cesena (tre uomini, rispettivamente di 66, 86 e 94 anni); 1 nel riminese (un uomo di 76 anni). Nessun decesso nella provincia di Piacenza In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 12.976. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 204 (-9 rispetto a ieri), 1.466 quelli negli altri reparti Covid (-77). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 9 a Piacenza (numero invariato rispetto a ieri), 15 a Parma (invariato), 24 a Reggio Emilia (-1), 28 a Modena (-1), 60 a Bologna (+1), 8 a Imola (-4), 20 a Ferrara (-2), 13 a Ravenna (+1), 6 a Forlì (-1), 5 a Cesena (-1) e 16 a Rimini (-1). Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 23.161 a Piacenza (+27 rispetto a ieri, di cui 14 sintomatici), 26.647 a Parma (+140, di cui 64 sintomatici), 45.366 a Reggio Emilia (+57, di cui 33 sintomatici), 63.626 a Modena (+183, di cui 115 sintomatici), 79.814 a Bologna (+134, di cui 100 sintomatici), 12.381 casi a Imola (+26, di cui 16 sintomatici), 22.749 a Ferrara (+36, di cui 12 sintomatici), 29.581 a Ravenna (+67, di cui 30 sintomatici), 16.255 a Forlì (+41, di cui 24 sintomatici), 18.827 a Cesena (+38, di cui 34 sintomatici) e 35.225 a Rimini (+75, di cui 32 sintomatici).  


EMILIA-ROMAGNA: Hera, oltre 2 miliardi di euro distribuiti al territorio nel 2020 | VIDEO Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Hera, oltre 2 miliardi di euro distribuiti al territorio nel 2020 | VIDEO

Hera ha pubblicato il bilancio di sostenibilità relativo al 2020. Il valore economico distribuito a lavoratori, azionisti, fornitori, pubblica amministrazione e comunità locale è stato di oltre 2 miliardi di euro. Una quota consistente del margine operativo lordo deriva da attività collegate alle priorità indicate dall'Agenda 2030 dell'Onu, una percentuale che Hera intende portare al 50% nel 2024. In azienda nel 2020 i consumi energetici sono calati del 6,2% rispetto al 2013 e l’83% dell’energia elettrica utilizzata è derivata da fonti rinnovabili. Sono stati 7,8 milioni i metri cubi di biometano prodotti dalla trasformazione dei rifiuti organici nell’impianto a Sant'Agata Bolognese, attraverso la realizzazione di nuovi siti si punta produrre oltre 30 milioni di metri cubi nel 2030. Lo scorso anno la multiutility ha ottenuto ottimi risultati anche sul fronte dell’energia elettrica da fonti rinnovabili, della raccolta differenziata e del risparmio idrico.  Ne abbiamo parlato con Filippo Bocchi, direttore Valore condiviso e sostenibilità del Gruppo Hera.


Notizie recenti